username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ed è sera!

Cala una coltre scura ad ammantare il cielo
la luna come lucida palla di biliardo appare
stelle come lucciole brillanti su quel magnifico telo
si rifletton agitandosi tra le onde del mare.

Fa freddo e nuvolette di vapore il respiro disegna
mentre rompono lievi il silenzio i passi affrettati
dei negozi si è spenta anche l'ultima insegna
e son pochi i passanti con i baveri alzati.

In un bar messi in cerchio dietro un tavolo tondo
attaccati a una birra e a un bicchier di liquore
con un mazzo di carte per ammazzare le ore
quattro amici si esprimono sui problemi del mondo.

Basta poco e un sostegno cosa costa poi in fondo
quattro spiccioli per far con amore un bel atto
dice il primo esprimendo in un pensiero profondo
e contento come se intanto l'avesse già fatto.

Gli altri in coro siam d'accordo del tuo bel pensiero
da domani faremo qualcosa, un aiuto discreto
un bel gesto d'amore spassionato e sincero
ma realmente qualcosa di importante e concreto.

Un alito d'aria fredda entra dalla porta che s'apre cigolando
ed un vecchio barbone entra infreddolito e affamato
porge la mano pietosa ho fame dice quasi mugulando
i quattro lo guardan schifati ed in coro : abbiamo già dato.

Ed e' sera.

 

1
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 23/05/2016 18:26
    UNA SERA VERSEGGIATA IN QUARTINE CON MAESTRIA. ELOGIABILE IL RIMATO.
    LIETA SERATA.
    *****
  • Vincenzo Capitanucci il 23/05/2016 09:31
    Un alito d'aria fredda entra dalla porta che s'apre cigolando
    ed un vecchio barbone entra infreddolito e affamato... cala una coltre scura ad ammantare il cielo dei discorsi.. e dei buoni propositi... ed è subito sera...(notte fonda ).. bella Andrea...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0