username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Casa mia è vuota

casa mia è vuota

è vuoto
il letto
di chiodi incendiati
su cui ogni notte
si riversa
il cuore fragile
della mia esistenza

è vuoto
il cassetto
delle lettere d'amore
che pensai
di scrivere tempo fa

a te
che neppure m'ascolti

è vuoto
di semi e farfalle
il prato
fuori dalla finestra

impercorribile

e vuoti
i miei stessi occhi
come vetri opachi
che riflettano il nulla.

 

5
2 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • frivolous b. il 31/05/2016 14:38
    Profumo, inebriante, di poesia!
  • ciro giordano il 30/05/2016 22:25
    intensa, triste, vera, uno stile essenziale, nessuna parola di troppo, piaciuta tanto
  • Don Pompeo Mongiello il 29/05/2016 13:56
    Nella sua tristezza l'espressività assoluta in versi superbi.
  • Rocco Michele LETTINI il 26/05/2016 15:13
    APPREZZABILE ET ESAUSTIVIVO VERSEGGIO. ORMAI SEI UN POETA AFFERMATO ANTONINO. IL MIO ELOGIO E LE MIE *****
  • vincent corbo il 26/05/2016 06:19
    Letta con grande partecipazione, ormai il tuo stile vola verso le cime più alte.

2 commenti:

  • Anonimo il 06/06/2016 21:15
    Anche tu su un letto di chiodi. Bello questo tuo nuovo stile essenziale.
  • Gianni Spadavecchia il 29/05/2016 19:05
    Riflettono ciò che saresti potuto essere, diventare.
    Introspettiva e un po' triste, ma davvero bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0