username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Amare amaro

Lentamente
ingiallisce
quella foglia
ferita dal vento
della solitudine.
Una flebile mano
la tiene
ancorata
al corpo
stanco.
Cerca
un'ultima emozione
per nascondere
il suo pudico dolore.
Mentre sua madre
piange
gocce di rugiada
cercano un germoglio
che salvi la vita.
E invece...
un ultimo silente
soffio dell'esclusione
lascia spoglio
quel braccio stanco.
La foglia cade a terra
bacia inumidita
la terra fresca.
così l'amore di un uomo
persa la speranza
di un sogno,
si stacca dal corpo
pur alimentando
ancora
il suo cuore.

 

2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 28/05/2016 05:56
    UN SENTITO QUANTO PROFONDO DECANTO.
    IL MIO ELOGIO E IL MIO LIETO FINE SETTIMANA ALFREDO.
    *****

1 commenti:

  • Alfredo Di Cola il 28/05/2016 14:39
    grazie Rocco, anche a te un buon weekend e buon proseguimento con la tua attività. Ti leggo spesso e apprezzo molto il tuo stile

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0