accedi   |   crea nuovo account

Il tempo delle api

Dunque è errato considerare
questo tempo
come quello delle ceneri
un'esperienza disadorna
e fissa all'interno del proprio corpo

piuttosto
è una festa mobile
di api che lasciano il loro miele
in cavità accoglienti
dove i segni +
sono sempre colorati e ombrosi
richiami a andare oltre
verso una perfezione forse inesistente
e i segni -
sono dotati del sapere antico di simboli
trasformano le immagini
in carne e idee
danzanti.

 

3
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 05/06/2016 13:08
    MAGISTRALE VERSEGGIO CHE PORTA A PENSARE AL DOLCE MIELE... SIMBOLOLEGGIANTE LA MITEZZA DELL'UMANITA' TERRENA CHE COSTANTEMENTE NON DANZA GRADEVOLEZZA.
    IL MIO AUGURIO DI UNA FELICE DOMENICA ROBERTO.
    *****
  • Vincenzo Capitanucci il 05/06/2016 08:05
    non c'è niente di fisso.. di immobile.. dove il positivo ed il negativo... ci spingono oltre.. tutto è per.. nel sapere antico dei simboli... scorre il miele..
  • Anonimo il 04/06/2016 19:24
    Che incanto questo tuo gioco di metafore, condito di una dolcezza che proprio ricorda il miele delle api. Bellissima davvero complimenti amico

3 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 06/06/2016 15:24
    Versi affascinanti ed interessanti.
    Bella poesia.
  • karen tognini il 05/06/2016 10:10
    Originale come sempre... ti ho letto volentieri Roberto... molto bravo
  • silvia leuzzi il 04/06/2016 19:25
    l'Anonimo sono io Silvia Leuzzi ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0