PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La nostra terza persona

Esiste
La nostra terza persona
È lei che ci dice
Quando e se possiamo amare
E lei che avvia la tenue danza della mente

Un invito a essere dissimili

C'è una straordinaria reciprocità
Negli affetti
Ognuno ha bisogno di un orecchio
Che senta
Quello che l'altro non dice

Quando siamo soli
Nessuno si cura della nostra cenere o
Delle nostre eccellenze
Ma passa l'incanto
Con il suo terzo segreto
Un attimo prima
A fermare o trattenere
Il nostro strano desiderio di morte.

 

4
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 07/06/2016 06:48
    Lui- Lei o Leila dal volto oscuro cosi simili e dissimili a Lila di Shiva e al gioco del mondo... È lei che avvia la tenue danza della mente... e mi dice di amare..

    C'è Leila, questa persona concreta, unica, addormentata accanto a Lui, Lei che un giorno era nata e adesso era viva e si agitava nel sonno e tra non molto, come tutti, sarebbe morta; e c'è quest'altra, chiamiamola Lila, che è immortale, che temporaneamente abita Leila e poi passerà oltre. La Leila che dorme l'aveva incontrata solo da poche ore o un attimo prima Ma la Lila sempre desta, che non dorme mai, era da tanto che la seguiva. E lui lei... e Lei Lui.. Pirsig
  • Rocco Michele LETTINI il 06/06/2016 18:34
    UN POETAR DA APPREZZAR NEL SUO DILIGENTE COSTRUTTO.

1 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 06/06/2016 15:25
    Questa terza persona è una presenza costante in noi.
    Condivido ciò che hai scritto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0