username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Marea

Sale marea allo spengersi del sole.
Lentamente sommerge ciò che vuole,
buchi, anfratti e tutto quel che trova,
fino all'apparir di luna nuova.
Protegge quello che Luna gli chiede,
stende il suo manto e allunga onde piene.
Avrei voluto che onda di marea
entrasse dentro la mia mente
e, lieve, rinfrescasse dolcemente,
sentimenti, emozioni e il desio di te,
che urla dentro me costantemente.
Non v'è marea che non possa coprire
alcuna cosa prima di morire.
Spero soltanto che prima di andare,
lenisca l'anima che vuole gridare.
Vuole gridare l'amor suo per te,
donna speciale, come non ce n'è.
Vieni marea, vieni, che stasera
accoglierai questa mia preghiera,
accogliendomi sotto mille goccioline
sentirò le stelle molto più vicine

 

2
1 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Gianni Spadavecchia il 21/06/2016 10:48
    Dolcissima. Un sentimento paragonato ad una marea.
    Piaciuta.
  • Don Pompeo Mongiello il 18/06/2016 10:35
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua straordinaria.
  • Fabio Realacci il 16/06/2016 06:46
    Sai scrivere d'amore e non è poco.
  • Giacomo Nigro il 15/06/2016 12:10
    La marea s'infrange sulla battigia al confine di due mondi, la similitudine coglie anche l'amore fra due persone, due mondi appunto.
  • vincent corbo il 15/06/2016 10:52
    Bella, una bella poesia, c'è molta emozione.

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0