PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A Giovanni Urracci

A GIOVANNI URRACCI

Giovanni, amico, paesano
grazie di tutto
ma
non mi spronare troppo
perchè ho il passo lento
e correre non posso.

È molto tempo
che dal paese manco
appena avevo
quattordici anni
(ora ne ho
settantadue)
fui messo
lo stesso giorno
in treno e nave
e con meraviglia
senza nulla mangiare
senza cuccetta
senza dormire
in terra nuova
mi son trovato.

La lingua presto
ho dovuto
lasciare
perchè con nessuno
la potevo parlare
così il tempo
come lampo
mi è passato
altre lingue
ho dovuto parlare.

Ma questa con te
è quella
che appena
al mondo
sono venuto
ho capito
e fuori dalla Sardegna
in tanti anni
per molte volte
ho cercato
trovando poeti
grandi come
Satta di Nuoro
Montanaru di Desulo

12

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • andrea il 17/06/2016 10:16
    sai delle regioni italiane credo che solo la sardegna non ho potuto visitare e me ne duole il cuore, quando vedo le immagini in tv...

2 commenti:

  • andrea il 17/06/2016 11:10
    Lo vorrei ma credo resterà un sogno, grazie comunque.
  • francesco cannas il 17/06/2016 10:31
    spero e ti auguro di colmare presto questa "mancanza". Te lo auguro avrai così la possibilità di conoscere qualcosa di "particolare" sotto ogni aspetto. Buon viaggio e soggiorno