accedi   |   crea nuovo account

Musica, dono prezioso.

Musica, arcana essenza sovrumana
rubata al sibilare delle canne,
al sussurro gioioso dei ruscelli,
allo stormir delle boschive fronde;
figlia del gaio canto degli uccelli,
del mormorio sommesso delle onde.

Le note tue, affascinanti e lievi
particelle di cosmiche armonie,
ristoro per la mente e per il cuore,
hanno cullato i nostri primi anni,
incoraggiato il giovanile amore,
l'animo rinfrancato dagli affanni.

Farsi rapire dalle tue volute,
inebriarsi delle tue carezze
è quanto di più bello esiste al mondo.
Che sia il dolce tocco d'un violino,
un gran concerto, una canzone, in fondo
porti sempre l'impronta del divino.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 26/07/2008 08:52
    Uno stradivario cosmico... impronta del divino... che Musa ci!!!
  • rossella bisceglia il 22/11/2007 23:28
    complimenti, la vera essenza della musica. ovviamente 10!
  • blue sax il 27/10/2007 21:21
    molto bello questo inno alla musica. poesia scritta con grande maestria. bravo! 10!
  • Anonimo il 27/10/2007 17:09
    Come non rimanere colpita da questa poesia dedicata ad una delle muse che riempiono la mia vita.
    Mi è piaciuta tanto, bravo Ignazio, complimenti, ciao.
    Angelica
  • Riccardo Brumana il 27/10/2007 16:06
    sono d'accordo con il testo e mi piace anche la struttura... per me è da 9, bravo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0