username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il clown triste

Un dono per le genti, un vero amico,
idolo amato da tutti i linguaggi
e sempre umano, tenero ed antico.
Lo sguardo triste i capelli selvaggi,
il bianco volto dai toni slavati.
bizzarre vesti e sopra, occhi bagnati.
Mesto poi scruta l'oscuro infinito
alla ricerca di quella risposta,
quando improvviso s'ode un vagito,
una presenza gioiosa si accosta,
copia di un mondo, felice e leale,
ecco, il sorriso ora investe il mortale.

 

3
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 28/06/2016 12:23
    Un plauso dovuto e sincero per questa tua straordinaria.
  • vincent corbo il 24/06/2016 06:57
    Un'interessante componimento poetico.
  • Rocco Michele LETTINI il 24/06/2016 04:01
    UNA ECCEZIONALE ELABORAZIONE POETICA CIRCA LA FIGURA DEL CLOWN... COIPA DI UN MONDO, FELICE E LEALE.
    LIETA GIORNATA.
    *****

1 commenti: