username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Grandine

Quando cade la grandine
ho bisogno di farmi colpire

I suoi chicchi sono specchi
di verità, fredda e dolorosa

Ho visto animali e querce
farsi colpire come a volersi
battezzare

Le mie mani, ferite, riscoprono
nuove mete, prima che l'arcobaleno
sollevi il cielo dal greve spavento.

 

3
3 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • roberto caterina il 26/06/2016 17:37
    Un battesimo di ghiaccio e grandine... un'idea suggestiva.
  • Rocco Michele LETTINI il 26/06/2016 11:32
    LE GRANDINI IMPROVVISE COME INDUZIONI A MEDITARE... SARA' UN MIO SBAGLIO O UN TIRO MANCINO D'ALTRI?
    ESPRESSIVAMENTE CHIARO COME SEMPRE, VINCENT.
    FELICE DOMENICA.
    *****
  • silvia leuzzi il 26/06/2016 10:04
    Bellissima Vincent; come dice il nostro amico Circasso anche un evento come la grandine diventa momento di riflessione, se il poeta sa costruire con le parole un significato e un significante che va oltre, C'è poi il parallelismo tra la grandine e il battesimo che mi ha colpito profondamente. Sei grande lo sappiamo già ciao amico Vincent
  • Circasso il 26/06/2016 08:08
    E poi dicono che un buongiorno viene sottolineato dalla presenza del sole! Eventi anche dolorosi come la grandine ti portano a riflettere ogni volta, forse, con più coscienza.

3 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 26/06/2016 17:22
    Sai che mi piace?! Davvero bei versi. La grandine come verità detta in modo duro, ruvido ma fondamentale.
  • vincent corbo il 26/06/2016 10:06
    Buona domenica anche a te e al guerriero Circasso.
  • silvia leuzzi il 26/06/2016 10:05
    A proposito buona domenica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0