accedi   |   crea nuovo account

Cosa voglio

Non sai manco tu cosa vuoi,
non so manco io cosa voglio.
Vedi? Siamo due stupidi;
potremmo essere due stupidi insieme,
ma non capisco ancora cosa desiderare.
...
Invece mentivo, lo so bene,
avevo solo bisogno di viverti;
adesso però come posso stare senza di te?
Una domanda alla quale non vorrei rispondere,
ma dovrò, a breve, essere sincero con me stesso.
Comunque rimaniamo due stupidi,
ma la stupidaggine più grande sarebbe non aspettarti;
mi hai dato ciò che non ho avuto da nessuno.
Non voglio neanche cercare altro,
io voglio aspettare te.

 

l'autore Gianni Spadavecchia ha riportato queste note sull'opera

I puntini di sospensione separano i versi scritti più di 20 giorni fa, con quelli impressi ieri.
Stesso sentimento con situazione capovolta e decisione presa.
Buona lettura.


3
0 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • rescaldani franco il 28/06/2016 07:45
    Amore supremo.
    A rileggerti.
  • Vincenzo Capitanucci il 28/06/2016 07:01
    Manco Tu e manco io.. sapevamo... tra i puntini del tempo.. avevamo solo bisogno di viverci...
  • Circasso il 27/06/2016 09:15
    nON C'è ALTRO CHE AMORE IN QUESTA TUA. i DUBBI SONO CERTEZZE ASSOLUTE, lA DECISIONE è GIà PRESA. l'AMORE È DIETRO L'ANGOLO!
  • Rocco Michele LETTINI il 27/06/2016 07:20
    QUANDO SI AMA DAVVERO... SI VUOLE ASPETTARE SOLO CHI SI ADORA.
    ESPLICITO ET AMMIRABILE DECANTO.
    LIETA SETTIMANA GIANNI.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0