PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'incerto confino, in decima rima

Lungo la strada d'ignoto destino
polvere, fango, una pioggia ghiacciata,
alberi spogli, pietre;è il cammino
in questa vita, tortuosa e dannata.
Sale un richiamo, là, oltre il confino,
il tono è grave e nell'ombra, celata,
una presenza proclama propizia:
"fragile umano, scaccia ogni mestizia,
corri sereno, colmo di letizia
ch'ancora acerba e tarda è la chiamata".

 

3
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 06/07/2016 04:46
    UN ACUTO ET DILIGENTE VERSEGGIO.
    LIETA GIORNATA SERGIO.
    *****

1 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 10/07/2016 07:49
    Pietre, fango e mille ostacoli.
    La vita è così.
    Piaciuta.