PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Vecchi

vecchi
dallo sguardo piagnucoloso
magri
e fuggiti nel loro accento
bello un tempo
ora fastidioso
che sembrano
aver creato un guscio grullo
e vuoto

ma non siamo noi
e mai lo saremo
conserviamo
fino a che
possiamo
il nostro
orecchio che ascolta le favole
gli occhi della libertà
e la bocca che profuma di tea
appena bevuto insieme.

 

1
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 08/07/2016 15:06
    Un plauso dovuto e sincero per questa tua straordinaria.
  • Rocco Michele LETTINI il 08/07/2016 06:05
    ECCELLENTE VOCABOLARIZZAZIONE DEI VECCHI IN DUE ECCELLENTI STROFE.
    IL MIO ELOGIO ROBERTO.
    *****

1 commenti:

  • silvia leuzzi il 08/07/2016 20:08
    è la magia della poesia che dona giovinezza pure nella vecchiezza. ciao Robby

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0