PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Inquisizione

Al fin se rivolse a chella 'ngrata femmena
e disse: - statte zitta maledetta!
ne hai fatte più te che la bottana de Filomena

- I colpa nun tengu se ci son stati i cocci;
chisti sa 'scitano da li muorti
e ce fan divenir tutti porci

- No, solo tu sei la porca
e zozzi le acque de le sorgenti pure
e meriti giustamente la forca.

 

2
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 12/07/2016 07:06
    quante donne hanno pagato... quante vite umane distrutte... torturate.. uccise... lapidate.. bruciate... questo fu il viso orrido e orrendo... della chiesa... apostolica .. romana..
  • Rocco Michele LETTINI il 12/07/2016 04:59
    PROFONDO VERSEGGIO DI SEMPRE TOCCANTE ATTUALITA'.
    IL MIO ELOGIO E LA MIA LIETA GIORNATA DON.
  • Circasso il 11/07/2016 17:54
    Perdona la mia difficoltà a capire ma... Il dialetto vorrebbe essere napoletano '

2 commenti:

  • silvia leuzzi il 11/07/2016 19:25
    Hai toccato un tema drammatico, che ha visto uccise moltissime donne con la scusa della stregoneria, ho letto un libro anni fa davvero interessante su questo tema. Particolare
  • Don Pompeo Mongiello il 11/07/2016 18:56
    Le domande si potrebbero fare in privato, qui è l'opera che conta. Tra l'altro in discorso diretto, io così ho sentito parlare la condannata, nella mia immagginazione, chiaramente, e così l'ho riportata.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0