username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

il mio autunno

è foglia ancora ebbra
d’aria e di luce,
è lì per cadere,
basta un attimo,
un dissolversi rapido
per unirsi alle altre come dono;
irrompe allora il cielo,
improvviso, come d’incanto
e il mio giallo screziato appena
d’una verde venuzza
si ravviva e tiene duro,
s’avvince al ramo con più forza,
succhia linfa di nuvole;
tu, amore, come quadro
la stai plasmando,
come dal sonno fosse rispuntata,
sfuggirti dalle mani non posso,
tu che sei, del mio autunno,
l’ultimo lembo dell’estate
e spasmo del mio cuore

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Salvatore Ferranti il 16/10/2009 23:23
    si sta
    come d'autunno sugli alberi le foglie
  • Gabriella Salvatore il 30/10/2007 10:00
    un autunno prodigo di frutti e di colori, di amore, bravissimo Mario!!!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0