accedi   |   crea nuovo account

Bambola di Nizza

Stringi ancora forte al tuo
petto quella bambola,
bambina sull'asfalto di Nizza.

Non lasciarla sola
in mezzo al sangue,
non lasciarla inerme
in un mondo ostile.

Solleva le tue piccole braccia
da quel telo dorato,
prendila, abbracciala,
voglio vedere il tuo viso,
voglio vederti muovere,
correre cercando la salvezza.

Nei tuoi occhi forse ancora
i colori dei fuochi d'artificio,
nelle tue orecchie il fragore
forte della polvere da sparo.

Tu non puoi sapere quanto
dolore esiste al mondo,
tu non puoi sapere quanta
follia arma mani sanguinanti.

Guardo la tua foto e aspetto,
aspetto di vedere un tuo gesto,
aspetto di vedere un tuo sorriso
per illudermi che è stato
solo un brutto sogno.

Ma tu sei ancora lì,
tu sei sempre lì,
circondata dal sangue
di innocenti come te.

Oggi ci sono i fiori sull'asfalto,
oggi ci sono le lacrime
di chi ti piange con amore,
oggi c'è la processione
silenziosa di persone sconosciute,
ci sono mille braccia che
vorrebbero stringerti al petto,
ma tu non ci sei più.

Non correrai più sulla tua bici,
non conoscerai il sorriso di un ragazzo,
non sognerai amore e felicità,
qualcuno ha spento la tua luce.

Lo so cosa pensi ora...
Dov'è la mia bambola?
Chi ha preso la mia bambola?
Si è salvata la mia bambola?

Sì, la tua bambola è salva,
dolce bambina di Nizza,
perché è nel cuore di tutti
quelli che hanno amato
te e lei senza conoscervi.

 

2
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 17/07/2016 08:01
    Commovente e sentita.
  • Regina Ghiglietti il 16/07/2016 13:29
    Immagini strazianti dell'ennesima tragedia che silenti ed esterrefatti ci ha lasciati... Molto bella la chiusura. Si' la bambola sta bene... e non sarà facilmente dimenticata, come molte altre bambole.

1 commenti:

  • silvia leuzzi il 16/07/2016 23:32
    Davvero intensa da strappare il cuore, hai ben reso cosa proviamo tutti noi davanti a quelle immagini, grazie per le tue parole

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0