PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'assassino

Durante l'attesa
de lo meo Mastro Dante
De Alighiero,
vidi volar
anime blanche,
ne contai cinquantaquattro,
ne lo flor de la loro vita
già le ali avean messe
ma in alto s'elevavan,
di lì a poco
n'anima nera
come carbon
dinanzi a me
s'era fermata,
finalmente arrivò lo Mastro
e mi disse senza indugi:
- Sta nera anima come la sua pelle
non vedrà mai più la luce,
e ne l'eterno fuoco,
ne lo girone de li assassini
brucerà senza mai fine.

 

1
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 16/07/2016 07:56
    brucerà senza mai fine.. è già eternità anche se nel dolore.. anche se ho una visione di un Dio.. più clemente..

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0