PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fior di calicanto

fior di calicanto


Nacqui
pura, immacolata
come i bianchi gigli.

Giocavo spensierata
intrecciando
verdi fuscelli delle more

dal confine infinito
del cielo
estrapolavo dalle nubi
immaginarie figure

intonando canti di magici amuleti
davo vitalità a fiabeschi sogni.

Crescendo
divenni girasole
giallo, caldo, dorato
e come esso
a muover la corolla verso il sole
aprendomi alla vita, al mondo
alle piccole e grandi scoperte
dell'esistenza.

La felicità
dei primi battiti del cuore
rosa profumata
mi rese.

Dischiusi i petali
del mio bocciolo
accogliendo l'amore

aurora boreale
carezze di farfalle
i primi baci
a rendermi donna.

Papavero, iris, tulipano
divenni poi.

Tra ricordi e foulards
lacrime e sorrisi
raccolsi a piene mani
spighe colme e vuote
e l'azzurro myosotis.

Pur se passano gli anni
gli amori e le speranze
rimango fiore :

fiore di calicanto
che torna dopo ogni inverno
ad annunciar la primavera

stupita, meravigliata
per ogni battito
del cuore.

 

1
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • andrea il 28/07/2016 07:55
    una poesia floreale da annusare per sentirne l'essenza, molto bella, saluti.
  • Rocco Michele LETTINI il 24/07/2016 11:07
    L'AMORE RIMANE FIORE NELL'ANIMO...
    FANTASTICA LORY.

1 commenti:

  • sergio il 24/07/2016 18:23
    Brava Loretta, come sempre.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0