username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

E noi incostanti più di prima, a rubare facce a chi ci crede sinceri

C'è un buio chiaro che non riesco
a tramutare in secca,
su una parvenza d'esistenza
che ho amato più di me stesso
e sulle spighe tagliate a metà,
come quando fuori il gelo
dominava le cose e tu venivi
a mostrarmi le gonne dai colori
più assurdi, sperando di fare pace
e d'insegnarmi un linguaggio diverso.
Se decidi proprio adesso
di parlarmi d'amore poi, e non sai
che basterebbe un tocco gentile
sulle risposte che ancora avrai
da darmi domani, con il cane
che ti è morto a sei anni
e quelle piccole croci in fondo
al tuo cuore stanco,
e ti sembra già lunga
l'attesa di una resurrezione
in respiri che trasfigurano la pace.
Non ti passerà mai la voglia
d'ammansire ricordi
e incrociare dita a mezzanotte,
perché ti meravigli?

Io non sono come te,
anche se le intese degli occhi
bastano a volte a pareggiare gli spari;
metto in fila parole
e poi immagino che riescano
a guarire anche le ferite chiuse da tempo.
Veloci miracoli sulla pelle morta,
se nessuno se ne cura
sarà il destino a correggere gli errori,
in un mattino che ci vedrà
senza più cassetti da sistemare.
Sotto un grande arco che compare
a tratti e si fa acqua incostante,
come le voci sottili che rimbalzano
sui muri e poi perdono valore.
Non vibra più neanche la corda più innocente.

È successo ancora? Potessi dirlo
senza rischiare di scivolare a terra,
non userei nemmeno le maiuscole,
pensa: che follia sopra
il desiderio di vederti ancora.
Ma tu galleggi pacifica
sulle onde brevi, con gli occhi chiusi
e la bocca aperta a dimenticare passi,
ed io mi credo migliore solo perchè
sono riuscito a macinare a vuoto
anche la speranza d'arrivare secondo.
Insieme a quella magia azzurra
che ci mantiene in vita da anni.
Ché provare a cantare, in fondo,
non ci è mai costato nulla,
se è il ritmo che serve
a non lasciarsi gocciolare
a piedi nudi, sotto una luna
sempre affamata di storie nuove.
E noi incostanti più di prima,
a rubare facce a chi ci crede sinceri.

 

1
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 26/07/2016 07:54
    Ti leggo sempre con piacere e ammirazione.
  • Rocco Michele LETTINI il 26/07/2016 03:22
    UN SENTITO QUANTO ESAUSTIVO VERSEGGIO STRAORDINARIAMENTE SEQUELATO.
    LIETA GIORNATA SALVATORE.
    *****

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0