PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Cartolina da Nusco

I sto ca
venite abbressa,
scrivu commu parlu,
napulitanu?
E che ne sacciu!
Na vorta parlavu
u nuscanu,
più nobile de lo napulitanu,
gente che co e mane aperte
nun avea che scuvà,
faticava e faticava
ne li campi
e ne le putée e mastri
e qui e là
c'era pure l'intellettuale,
e lo grande Santo
che Amato chiamatosi
benidiceva noi tutti quanti.

 

0
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • andrea il 27/07/2016 16:45
    quante cose si imparano leggendo, sai non conoscevo Nusco e mi hai fatto incuriosire, grazie Don.
  • Rocco Michele LETTINI il 27/07/2016 16:18
    UN ELOGIABILE OMAGGIO ALLA RIDENTE CITTADINA IN FANTASTICI VERSI.
    *****

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0