accedi   |   crea nuovo account

Silenzio

lunedì pomeriggio.
sto bevendo una birra in casa.
lo senti?
dev'essere questo
quello che sentiva
Hemingway
o Van Gogh
o Giovanna D'Arco
o Alda Merini
o Ciccio
quando lo chiudevano in comunità.
questo non è un normale silenzio:
questo è il boato della folla
mentre crocifiggono Gesù;
è una gocciolina d'acqua
che ti martella la testa
Tic... Tic... Tic... Tic...;
oppure è la Patetica di Cajkovskij
in un giorno di pioggia.
guardo le mie stecchite dita dei piedi;
nessun pensiero profondo
mi passa per la testa.
dev'essere questo quello che provano gli animali
mentre si pisciano addosso
in fila al mattatoio.

 

2
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 02/08/2016 07:35
    in quinta agraria... ci portarono in gita scolastica a visitare un mattatoio in provincia di Grosseto.. una settimana dopo mi ritirai da scuola... e questo per mio Padre nel vedermi una sera ritornare a casa fu l'inizio di una ritornata follia... che covava dai tempi della seconda guerra mondiale.. atrocità che un anima sensibile non può reggere...
  • Rocco Michele LETTINI il 01/08/2016 12:42
    RIFLESSIVA ET... ESAUSTIVA SEQUELA POETICA.
    SERENA SETTIMANA FERDINANDO.
    *****

1 commenti:

  • silvia leuzzi il 01/08/2016 22:48
    Poesia dai simboli forti e intensi.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0