PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Incredibile incubo

Segni di corda nera
sul collo che non compierà mai trent'anni
nel chiaroscuro di una serata estiva.

No, non è vero, non sembrava vero, non ci potevo credere.
Sembrava un filmaccio girato male.

Quel corpo, il suo cadavere
riverso sul pavimento lercio
indifferente allo sconcerto
quasi come dormiente.

No, non è vero, non mi pareva possibile
no, non lui
poi lui perché?
Dovevo esserci io al posto suo
doveva esserci senz' altro qualcun altro,
ma lui no!
lui? È assurdo!

Grida, polvere e dolore
e poi il silenzio delle parole che non si trovano
che si fa fatica a trovare.
Mi aspettavo che da un momento all'altro
lui si svegliasse dal suo bel sonno.
Ma lui non si è svegliato e tutto ha assunto la tonalità, grottesca,
di un incredibile incubo.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • loretta margherita citarei il 02/08/2016 19:52
    a volte chi compie gesti violenti contro se stesso merita molta misericordia, bravo frivolous
  • frivolous b. il 02/08/2016 10:33
    Grazie care!
  • maria angela carosia il 02/08/2016 10:24
    Molto sentita. Un fortissimo abbraccio anche da parte mia
  • silvia leuzzi il 01/08/2016 22:44
    Davvero toccante. Non ci dovevi essere tu, non ci doveva essere nessuno piuttosto, ma è il gioco perverso della vita. ti abbraccio fortissimo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0