accedi   |   crea nuovo account

Ammosciamento

Ridi, pur ferendo lo meo core,
de lo tutto me sento pur assente,
e turbando l'alma mea presente,
piagno per lo perduto meo onore.

Ma furse c'è ancora que l'amore
in quel tuo riso ben scintillante,
per far apparir che sei la mia amante,
ma insincero mi reca sol terrore.

Mentre l'altro va felice cantando,
anco essendo legittimo marito,
io mi trastullo ben festeggiando.

Con un bel paio de gran corna andando,
speriamo che non rimanga no mito,
ma a lu e a mi nun ce vien su pur cantando.

 

1
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 03/08/2016 10:02
    UN SENTITO QUANTO ESPLICITO VERSEGGIO COSTRUTTO CON ACUME.
    LIETA GIORNATA DON...
    *****
  • Vincenzo Capitanucci il 03/08/2016 07:08
    Ridi, pur ferendo lo meo core,
    de lo tutto me sento pur assente...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0