accedi   |   crea nuovo account

Amore beffardo

amore beffardo,
le bottiglie vuote mi ricordano vecchie barche spezzate,
questa notte sento l'anima della città
vomitare rumori ossessivi;
ti ho visto possedermi sotto alberi brinati d'argento,
sentenziare parole di fuoco
dentro cinema semivuoti,
chiedere sangue alle mie budella,
e adesso qui:
sei tu.
ti conosco.
un amore beffardo è
solo
la maniglia del dolore
scardinata aggressivamente,
è solo un salto nel canyon del rimpianto,
solo un affondo, un rumore;
ingrassati,
ansimanti,
con sparute ciocche di capelli che stramazzano al suolo,
vuoti da far schifo
e fragili,
ci spingiamo oltre il muro di ogni ragionevole dedizione.
respiro a fatica la notte,
i miei polmoni
sono intere autostrade
ingorgate
dalle braccia del tuo triste ricordo.

 

3
2 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 06/08/2016 05:13
    .. i miei polmoni
    sono intere autostrade
    ingorgate
    dalle braccia del tuo triste ricordo...
  • Rocco Michele LETTINI il 05/08/2016 19:46
    ESAUSTIVO POETAR FERDINANDO...
    IL MIO ELOGIO E LA MIA LIETA SERATA.
    *****
  • frivolous b. il 05/08/2016 10:42
    davvero... non ho parole... bellissima!!!
  • Antonio Tanelli il 05/08/2016 08:27
    Immagini forti con una chiusa incredibile. bella, un saluto.

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0