PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Viola-porpora

Adoro giocare
renderti schiavo della mia danza
fare il disinvolto con i boys in pista
(io che su una pista non scendo da una vita!).

Amo coprirmi di veli
per poi svelarti che in realtà sono un'educanda pudica
in cerca del vero amore,
che morirà di "romanticite acuta"
senza calzare la scarpetta di cristallo numero 43,
accontentandosi del cavallo del principe azzurro.

Adoro essere schiavo della vanità
essere regina in mezzo a tanti giovani corpi di boys,
fare il disinvolto con te,
con te che sai chi sono,
chi sono sempre stato,
veramente.
Vorrei essere davvero così esplicito
così malato di sesso come gli altri,
sarebbe tutto più semplice.

Tu ridi?
Tu che sai chi sono,
chi sono sempre stato,
veramente.
Sai che non cambierò mai
che sono intrappolato in questo deserto viola-porpora
da secoli ormai,
sai che ho bisogno di te.

Non amo particolarmente essere una troia di trentanni
che si maschera
in mezzo a boys bimbiminkia,
ma c'è un senso perverso
un senso virtuale!

Tu sai chi sono,
chi sono sempre stato,
veramente.
Io sto in questo deserto viola-porpora
da secoli ormai,
e qui morirò di noia, un bel giorno di questi...

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 05/08/2016 15:12
    Bella e intrigante... come colonna sonora Purple rain di Prince, ovviamente.

1 commenti:

  • loretta margherita citarei il 05/08/2016 19:09
    il colore viola è dei poeti, uno spaccato di vita e di ribellione, ottima frivolus

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0