username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Io non sono poeta

Stride come ferro il silenzio delle muse.
Già Montale lo disse nel lontano 1975.
Oggi i poeti sono analfabeti; e per questo
insegnano. E chi non è analfabeta, è arido
dentro come il cuore della Mauritania.
C'è chi scrive per copulare: e per lo più
sono i vecchi. E chi per esibirsi: e qui
in gioco, come lupi nella steppa, sono
giovani, donne ed esaltati. Io non vedo
poesia. Vedo orrore. Vedo rime stanche
e annebbiate gridare senza voce sul web
per uno sputo di consenso. Ora è morta
la poesia: anche mentre provo a scriverla
su word e non ci riesco. Io non sono poeta.

 

3
0 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ciro giordano il 11/08/2016 21:23
    la poesia non muore, bisogna cercarla... certo in quest'epoca di attori, scrittori, di egocentrismo esasperato, è tutto molto sconfortante, ma non disperiamo... in te per esempio ho trovato a volte accenti da poeta...
  • Rocco Michele LETTINI il 11/08/2016 11:49
    UN VERSEGGIO CHE VEDO PIU' COME METAFORA DI UNA QUOTIDIANITA' CHE NON SA OFFRIRE PIU' NULLA.
    IL MIO ELOGIO ANTONINO.
    *****
  • andrea il 11/08/2016 08:38
    Ergersi a poeta mi sembra alquanto difficile, siamo in tanti a scrivere, pochi a scrivere bene e pochissimi i poeti, accontentiamoci di scrivere, saluti.
  • vincent corbo il 11/08/2016 07:04
    Anch'io non sono poeta perché i poeti hanno le ali.
  • Alain il 10/08/2016 12:56
    Sono nuovo in questa community, ma leggo una precisa metafora della società...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0