username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Fai di te altro

Fai di te altro
fai di te cosa
ch'io non possa ricordare
fai di te
luogo che mai più mi sarà concesso
d'accogliere nel mio sguardo perso,
fai di te una dimora
che non mi sia permesso visitare
come fosse essa casa d'ogni tuo pensiero.

Lascia te stesso andare
e non t'imbrunire in viso
per lo sgomento del giorno
tutt'attorno nessun riso,
un tempo che divoro.

Se ricorderai questo ancora
prometti che non t'abbandonerai
e che quando te ne andrai
non lo farai solo.

Così, quando per te sarà il momento
di spegnere la luce
vorrei provare ad illuminar con la voce
l'impenetrabile tristezza che vive nel tuo profondo
anche se, non ti mento,
il canto mio non sarà lieto
piuttosto tormentato
o forse
solo

l'ennesimo lamento.

 

1
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 13/08/2016 20:40
    ESPLICITO ET ESAUSTIVO VERSEGGIO.
    RIFLETTERE... È LA PAROLA D'ORDINE.
    LIETA DOMENICA GIULIA.
    *****
  • silvia leuzzi il 13/08/2016 19:27
    Un lamento pieno d'amore,
    Così, quando per te sarà il momento
    di spegnere la luce
    vorrei provare ad illuminar con la voce

    Tre versi nei quali ci si rivedono storie vissute che mettono i brividi.
    Bella Giulia

1 commenti:

  • maria angela carosia il 14/08/2016 14:07
    Concordo pienamente i commenti che mi hanno preceduta... Molto sentita

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0