username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Fugaci caramelle

Corpi simili
Inondano la terra
Hanno mani e polmoni
E teste come pietre

Camminano nuotano
Saltano rovinano
Profetizzare è semplice
Immaginare altri mondi
Fugaci caramelle

Ebbri d'amor sognato
E di filosofia
Mai arrivano
Alla meta, rimasti
in bilico tra l'estetica
E una nuvola.

 

3
1 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonino R. Giuffrè il 16/08/2016 15:41
    Se devo esser sincero, le prime due strofe non le ho capite. La terza, invece, la comprendo ma non la condivido. Solo chi si fa guidare dall'amore e dalla filosofia può raggiungere una meta "vera". Un caro saluto.
  • Rocco Michele LETTINI il 16/08/2016 13:58
    Riflessiva nel tuo superlativo et magistrale pensiero poetico.
    *****
  • andrea il 16/08/2016 11:44
    Ebbri d'amor sognato
    E di filosofia
    Mai arrivano
    Alla meta, rimasti

    Minchia ( alla siciliana) che bella poesia, complimenti!
    in bilico tra l'estetica
    E una nuvola.
  • Alain il 16/08/2016 11:32
    Un componimento che dà la vera definizione della precarietà non solo fisica ma soprattutto morale del genere umano. Molto bello!

1 commenti:

  • silvia leuzzi il 16/08/2016 12:54
    Particolare quadro d'umanità caro Vincent, letta più volte per cogliere meglio i suoni e i significati delle parole.
    Ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0