accedi   |   crea nuovo account

Burkini

Che sarà veste coprente
sul mio corpo
di donna
che, non deve esistere
presente di tentazioni
negli sguardi.
E celo così vibrazioni,
nascondo sensazioni
di pelle accaldata,
e non mi accorgo
della accarezzante cupidigia
dei brividi di onde su di me.
Sì, il mio mondo
è severo,
l'uomo,
il mio storico risoluto divieto
alla uniformità
di un esistere umano
con chiaro mio pensiero.
E mi adeguo da secoli,
all'usanza conclamata,
in abitudini di atteggiamenti,
imposti e, retoricamente
definiti a salvaguardia di fede.
E io, pur donna fra donne,
uso infine anche sorridendo
il mio burkini,
in effetti credendomi spirito felice
... o quasi...
Peccato che non saprò mai
il significato di sentire
abbronzare di sole oltre il volto,
le mani e i piedi
altri centimetri di me,
e, senza pesi avvolgenti
trovarmi ad abbracciare,
sensuale di leggera libertà,
almeno il mare!

 

1
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 19/08/2016 08:19
    Un oculato quanto acuto verseggio forgiato come condanna d'una costumanza inaccettabile. Però vige la liberta' di culto e bisogna accettare ciò che gli occhi vedono.
    *****
  • Antonio Tanelli il 18/08/2016 15:49
    Condivisibile denuncia in versi. ben sviluppata, complimenti.

3 commenti:

  • Circasso il 19/08/2016 10:19
    l'ESEMPIO DELLE SUORE NON REGGE, MAGARI NOI CATTOLICI CI ARRIVIAMO TARDI ALL'EMANCIPAZIONE FEMMINILE MA PIAN PIANO CI ARRIVIAMO! Ho visto tante suore in costume prendere il bagno mentre altre... ancora no. Ma non è su di noi che gli asiatici devono fare riferimento. Ogni cultura ha il suo bagaglio di valutazioni ed esperienze diversi. L'importante che queste nascano da sole e non siano frutto di coercizioni in nome di nessuna divinità religiosa. Sto parlando di una cosa fondamentale per noi uomini : il libero arbitrio.
  • mariella mulas il 19/08/2016 09:25
    per Silvia Leuzzi... Sì, ma le suore non vengono uccise se volessero infine modificare pensiero... Ma io non metterei in discussione fede religiosa come partenza delle imposizioni assurde dei presunti profeti e predicatori dell'Islam, ma la mente distorta di esseri umani maschi, che interpretano e agiscono a loro piacimento sulla identità e libertà delle loro donne. Certo sarebbe bello che proprio queste donne facessero capire infine l'obbrobrio di tali mentalità maschili e retrograde! Forse svilupperebbero nei loro territori una diversa umana civiltà accanto alla loro fede religiosa che nessuno nega esistere! Quante donne uccise massacrate ovunque per questi motivi di un libero vivere, dimmi quante... il burkini è semplice input a una riflessione più profonda e ampia e soprattutto di umanità!
  • silvia leuzzi il 18/08/2016 19:14
    Scusami amica mia ma questa è la nostra visione occidentale che, seppur condivisibile da me come donna italiana, c'è in questo tuo pensiero, messo peraltro in bocca a una donna che lo indossa, un giudizio pesante. La situazione delle donne di quei paesi è aberrante sono d'accordo con te, ma non è condannando o reprimendo si fa progresso. Del resto noi abbiamo le suore che vanno al mare pure peggio che col burkini e ti dirò siamo ancora governati dalla Chiesa. Non ti credere amica mia anche qui c'è tanto da lavorare non guardiamo le pagliuzze altrui ma leviamo e sistemiamo le travi nostre: vedi femminicidio e quant'altro. Scusa la verbosità ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0