username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La notte di San Lorenzo

Per essere amati bisogna amare.
Altra via non c'è
- dicono i filosofi indiani -
lungo quell'infinito cammino
che porta alla felicità. Ma nel mare
in tempesta ch'è questo mio cuore
so che, per essere amati,
non basta amare:
occorre anche soffrire.
Perché è quando si soffre
che dell'amore
i nostri occhi vedono
compiutamente
la verità, l'incorporeo
e nudo sfiorarsi
sotto una pioggia
di stelle cadenti.

 

1
0 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • frivolous b. il 23/08/2016 10:05
    Ti trovo più maturo... e affascinante
  • roberto caterina il 20/08/2016 11:20
    Una visione tradizionale della notte di San Lorenzo unita alla ricerca di incorporee essenze...
  • Circasso il 20/08/2016 09:53
    Impareggiabile sequenza ricca di profonde verita scritta ad occhi aperti.
  • vincent corbo il 20/08/2016 09:19
    Spesso, nelle tue poesie, sembra apparire il fantasma di Leopardi.
  • Rocco Michele LETTINI il 20/08/2016 05:33
    UN OCULATO QUANTO VERITIERO PENSIERO POETICO.
    SERENO FINE SETTIMANA.
    *****
  • Vincenzo Capitanucci il 20/08/2016 04:33
    .. l'incorporeo
    è un nudo sfiorarsi
    sotto una pioggia
    di stelle cadenti... sublime..

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0