PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'erba delle rondini

Non chiedere saggezza
A chi come le rondini si ciba
Di celidonia
È felice di poter ogni giorno
Acquistare la vista

E cedere se stesso
Infinito bambino
Per godere insieme
La dolcezza del sapere.

Privo di scienza
L'amore è così miope
Non sa credere
Non sa vedere
I suoi poetici
Inesistenti
Approdi

 

2
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 21/08/2016 09:37
    Un plauso dovuto per questa tua straordinaria.
  • Vincenzo Capitanucci il 21/08/2016 06:44
    Bellissima Roberto.. nessuno hai mai visto l'erba.. come a delle rondini.. che rinascono a primavera.. dal cielo oscuro della terra.. ..
  • Rocco Michele LETTINI il 20/08/2016 11:45
    Mirabile... nel Tuo riflettere Roberto.
    Oculata la strofa di chiusa.
    *****

2 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 21/08/2016 06:46
    nessuno ha.. scusa.. buona domenica..
  • silvia leuzzi il 20/08/2016 16:03
    Invece proprio dalle rondini dovremmo imparare cos'è la vera saggezza, caro poeta mio, che noi a rosicar di pensiero abbiamo distrutto tutto quello che di bello avevamo! Bella poesia, scusa la logorrea

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0