PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Era un altra stagione

Era un'altra stagione...
che consumavo,
in altro tempo,
del viver terreno.

Cielo... sereno!

Era un'altra stagione
che scorreva,
in altra ora,
della leggiadra età.

Rondine... in volo!

Era un'altra stagione...
che vedevo,
in altro istante,
nell'esser fanciullo.

Sorriso... per tutto!

Era un'altra stagione
che sentivo,
in altra primavera,
nel correre tra i prati.

Profumo... soave!

Era un'altra stagione...
che toccavo,
in altro passare,
del tranquillo andazzo.

Cammino... luminoso!

Era un'altra stagione...
quando ricorrevo,
alla mamma,
per alleviare tristezza.

Coccola... beata!

Era un'altra stagione...
che non trovo,
nel ricercare,
tra perdute speranze.

Chimera... assente!

Era un'altra stagione...
che rimpiango,
nell'essere solo,
tra tormenti continui.

Allegro... fuggito!

Era un'altra stagione...
Eran altri amici,
Avevan altro cuore,
tra cotanto calore.

Cenere... in mano!

 

2
4 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 10/09/2016 10:39
    Vedo nella selva chi a ragion ti decanta e te adora, mi unisco a costei e ti faccio i miei complimenti.
  • Vincenzo Capitanucci il 25/08/2016 07:04
    Era un'altra stagione...
    che rimpiango,
    nell'essere solo,
    tra tormenti continui...
  • silvia leuzzi il 24/08/2016 22:05
    Era un'altra stagione...
    Quest'anafora è un Urlo di disperazione, la tua poesia e il quadro di Munch vanno a braccetto su una strada spettrale fatta di ricordi e solitudine. Sono il mucchio d'anni che fanno... un'altra stagione.
    Piaciutissima Rocco
  • andrea il 24/08/2016 10:16
    erano altri tempi, il tempo va la vita va chissà dov'è felicità, molto bella!

4 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 27/08/2016 12:58
    Era un'altra stagione ed un altro tempo. Mentre questa poesia rimarrà senza mai sfuggire.
    bella.
  • ciro giordano il 26/08/2016 22:10
    piaciuta questa tua, ciao Rocco
  • Rocco Michele LETTINI il 26/08/2016 04:42
    DA FACEBOOK:

    Mariella Mulas Già Rocco Michele Lettini il tempo con fasi di vita insegna lasciando in effetti per tutti quel senso perduto ormai delle emozioni semplici, senza ancora avere in sé quei pesi di ricordi e soprattutto di rimpianti!!!! Meraviglioso averti letto!!! Grazie Poeta eccelso!
  • Rocco Michele LETTINI il 25/08/2016 09:22
    DA FACEBOOK:

    Stefania Balsamo - Carissimo Rocco, comprendo perfettamente... la tua nostalgia per il tempo passato, quello della gioventù, che non può più tornare
    ... è una nostalgia che ci accomuna un po' tutti e che possiamo rivivere solo nella dimensione dei ricordi, che come vecchie foto, sfogliamo quando vogliamo proiettarci in quel "felice" passato. Così ecco riaffiorare nella nostra mente tante istantanee: quelle del "cielo... sereno", "della rondine... in volo", "del sorriso... per tutto", "del profumo... soave", "del cammino... luminoso", "della coccola... beata", che non sono che metafore di uno splendido tempo andato... e che oggi, proiettandonci nel futuro, diventano solo: "chimera... assente", "tempo... fuggito", "cenere... in mano".
    Ma è anche grazie a quel felice passato, a quello che dobbiamo considerare come un "vecchio conto in banca" ... che noi oggi siamo ciò che siamo.
    Apprezzata riflessione, in splendidi versi... grazie ancora una volta per la tua condivisione e buona giornata a te!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0