username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Un posto giusto dove perdersi

sono una foglia al vento evocante intriganti
domande
-se sapessero cosa c'è nel mio cuore!!...-
mi perdo perchè perdermi è il mio cammino ma non trovo il posto giusto dove
perdermi
mi perdo nel suo letto
mi perdo nella paura
mi perdo nel sonno
e poi nella pigrizia

mi perdo guardandomi su di un palco con i capelli in una crocchia perfetta e una collana di cristallo sul seno
non contano gli anni nè il corpo cambiato
... dal tempo sciupato
il colore del mio cuore è sempre incerto.
il colore del mio cuore è sempre verde

La gioia è stata solo una risata
una serata annaffiata di vino
un orgasmo che mi ha fatto tornare
un orgarmo che mi ha fatto partire
mi sono persa ad occhi chiusi sotto il cielo
ad occhi chiusi lo vedevo più lontano
ad occhi chiusi lo vedevo più lucente
leggendo un libro ho accarezzato un gatto
e fra le lacrime l'ho seppellito

mi sono persa nel lutto
nei morsi atroci dell'invidia
nella noia
nella gola
nel silenzio
nell'emozione di esser molto
nell'impotenza di esser nulla
nella voglia di morire -ma era solo un gran sonno-
nel lanciare bottiglie dagli scogli del molo
mi sono persa nel guardare mio padre

Tutto quanto nelle pieghe dei tempi

 

3
7 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Sergio Fravolini il 20/11/2016 08:54
    Ti perdi nella paura e nessuno mai leggerà cosa hai nel cuore.
  • Rocco Michele LETTINI il 01/09/2016 08:20
    UN SENTITO ET ESPLICITO VERSEGGIO ARGUTAMENTE FIRMATO CIRCA IL TUO PERCORSO VITALE.
    EH... SE LA GENTE SAPESSE EFFETTIVAMENTE COSA C'È NEL CUORE DI OGNUNO!
    LIETA GIORNATA SABRINA.
  • vincent corbo il 31/08/2016 11:39
    Sembra un filo che si dipana, come la nostra vita. Negli ultimi cinque versi perde un po' di vigore ma nel complesso possiede energia e intensità.
  • andrea il 31/08/2016 10:29
    penso che capiti a tutti, prima o poi, di perdersi ed è dura, veramente dura ma credo che ci si possa ritrovare anche se bisogna crederci, molto bella, saluti.

7 commenti:

  • Sabrina C. P. il 17/09/2016 20:36
    Silvia. Ti ringrazio del tuo passaggio. Denota molta sensibilità. Namastè.
  • silvia leuzzi il 01/09/2016 16:49
    Cara Sabrina il tuo cuore è grande quanto le difficoltà attraversate e da attraversare in questa vita. Un posto giusto dove perdersi? La poesia, è immensa, è colorata, nella sua profonda tragicità esprime voglia di vivere e amore, tanto amore sincero e non posticcio sentimento da telenovelas. Un abbraccio sorella
  • Sabrina C. P. il 01/09/2016 10:19
    Caro Rocco. Il mio percorso vitale specie nell'infanzia e nella adolescenza non è stato facile sia a causa mia ovvero del mio temperamento angosciato per definizione che per un susseguirsi di cose che mi hanno reso una donna a tutt ora malinconica. Non mi dilungo... Solo due cose vorrei dire. anzi una. Più una cosa è piccola e meno la si considera. Questo era un po la condizione subita dai bambini ai nostri tempi. E poi un'altra cosa:le faccende dei grandi non devono essere ascoltate dai bambini. Un giorno scriverò un racconto o un saggetto dove parlerò in maniera più impersonale possibile di queste cose. Grazie di cuoe. Ciao.
  • Sabrina C. P. il 31/08/2016 20:57
    È dura ammettere di provare invidia, caro Ciro. Forse ho un po' stravolto la poesia con una frase così pesante. Ma ci lavorerò sopra. Un grazie di cuore ed un augurio di una serena notte.
  • ciro giordano il 31/08/2016 20:06
    sincera e intensa, quasi fino all'autolesionismo direbbe qualcuno, piaciuta molto
  • Sabrina C. P. il 31/08/2016 11:52
    Caro Vincent. Come dico ad Andrea questa sono io sul serio. È un'autobiobrafia vera e propria. Forse la più vera che abbia mai scritto. Le sbavature di stesura le sto un poco limando. Ti ringrazio di Cuore
  • Sabrina C. P. il 31/08/2016 10:42
    grazie per il complimento che non merito... vedi, Andrea... Io sono disperata per definizione e vivo davvero perdendomi... È una storia vera e quando si raccontano storie vere non è facire scrivere bene. Comunque torno a dirti grazie di cuore

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0