username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'Illogico filo conduttore

L'Illogico filo conduttore
ci legava, invisibile,
veicolando elettricità
ad alto voltaggio
della stessa potenza d'un fulmine.
cortocircuiti fuori controllo
tra noi:
e incendiavamo cose
e incendiavamo case

un cordone ombelicale
teso all'inverosimile
ci univa,
in ogni angolo del mondo,
quando lo spazio
non ci conteneva
e il tempo non ci tratteneva

serviva una decisione
una presa di posizione,
una troncatura, netta,
al centro,
senza ripensamenti:
per separarsi definitivamente
per dividersi finalmente
e dire stop
a quello stillicidio di menti

invece niente.
non capivamo
la direzione, il modo
e ognuno avvolgeva
dal proprio capo
la corda:
metro per metro
per chilometri e chilometri
e ci avvicinavamo
sempre più, inarrestabili,
fino a fonderci
in un unico grande mistero.

L'illogico filo conduttore...

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • silvia leuzzi il 07/09/2016 14:11
    Proprio un lavoro pregevole Antonio, l'uso sapiente degli strumenti retorici come anafore e allitterazioni e poi il timbro battente su quella confusione di fili che avvolge ognuno di noi.
    BELLISSIMA DAVVERO

1 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 08/09/2016 10:13
    Sembra quasi un testo accompagnato da una melodia.
    Una poesia che ho molto apprezzato.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0