PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Decameron

Fuit dieci,
tre mone
e sette garzoni,
nun cunuscendo pudore,
ignudi e senza onore,
ad ogni libidine
spudoratamente
se prestavano,
ridendo e bevendo
a la faccia
de li lor signori.

 

0
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 14/09/2016 01:53
    Ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale.
    Mirabile verseggio Don.
    Serena giornata.
    *****

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0