username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Buio

Non c'è fine più amara che nel respiro portavoce del dolore narrante un amore morente.
S'inerpica il buio del silenzio,
dalla pianta dei piedi,
come se avesse mani forti e dita capaci di afferrare ogni organo.
Conca l anima mescola ricordi in lacrime
Ed è già tardi quando inizio a parlarti.
Sei lontano, lontano come sa esserlo solo un estraneo
Eppure le nostre dita sono state compagne per anni.
Dentro ho rabbia.
Dentro ho ferite intrise di sangue.
Ho la rabbia della legione sconfitta
Ho l'assenza che lascia solo L abbandono.
Ho il mio riflesso in uno specchio
E L l'indice puntato contro.
Ho solo lo scheletro che nulla più protegge.
Ho l'oblio del cinico.
Incido L anima, il cuore, la mente
Cerco, mi domando.
Cosa avrei potuto mutare di me che non ho mutato già.
Sono solo più nuda.
Sono solo più algida.
Sono solo più sola.
Vai, vai senza maschere
Merito adesso la brutale verità
Non L 'artificio di una sofisticata menzogna.
Vá con le tue cose,
con le mie cose,
con le nostre cose,
va via con quella me che vorrei disconoscere ma che sarà tua per sempre.
Amore che mai amore sei stato
Mi hai tolto tutto
Mi hai tolto anche quello
Che non mi hai mai dato.

 

2
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Circasso il 20/09/2016 08:32
    Molto intensa e sentita questa tua, che sviscera e mette a nudo la tua interiorità. Io credo che la conoscenza approfondita dei problemi sia il miglior viatico per superarli.
  • Antonino R. Giuffrè il 19/09/2016 16:07
    ... parole che lasciano il segno, ti sono idealmente vicino.
  • Rocco Michele LETTINI il 19/09/2016 04:42
    UN SENTITO QUANTO ESPLICITO DECANTO FIRMATO DALLA SINCERITA' DEL CUORE.
    UNO SFOGO? NO, UN ATTACCO CONCRETO!
    SERENA SETTIMANA TERESA.
    *****

1 commenti:

  • carolina verzeletti il 19/09/2016 08:28
    La sofferenza è molto sentita ma nonostante tutto c'è il coraggio di lasciare la presa anziché trattenere a tutti i costi, direi che una cosa che a lungo termine appaga e libera veramente.
    Buona giornata.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0