PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Percorsi

Ascoltate le parole di un idiota
deridete e masturbate la mia mente
l'ardore nei miei occhi accresce e si attenua
si trasforma e cambia colore
non cigolate nello sbagliare
Aprite sicuri le porte
fatte entrare le polveri d'energia...
Che sapore ha il vento?
ascolta il morso
Odora il sangue novello
ringhiano i cani randagi
e gli gigolò sculettano
Piccole puttane impazzite

Ormai i peli e la barba
hanno un flusso crescente
i tramonti sono cambiati al mio sguardo
me ne rendo conto
Posso solo che seguire
o chiedere un passaggio
o incamminarmi

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Gerardo Masi il 16/01/2008 21:39
    crudezza, la vera essenza della poesia. purtroppo c'è gente che non lo capisce. bravissimo.
  • laura cuppone il 28/10/2007 02:48
    non credo che tu ti riferisca solo ad un semplice percorso di crescita...
    la vita è un continuo generare di percorsi...
    alle volte segnati... altre imprevedibili..

    si va avanti.. sempre.. incamminandosi e non mollando mai!!
    ciao L

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0