PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il vecchio

il vecchio


Siede sulla panchina
nel parco
con la badante accanto
a biascicar parole in russo
nervosamente fumando.


Incatenato ai ceppi della pigrizia
lascia la gente all'amara sorte
a correr dietro le cose
in scellerata frenesia.
Che serve l'affanno
a bramar il materiale
se meta finale è la morte?

Lui questo lo sa...

Tranquillo, placido
osserva il tempo
che velocemente scorre
anche se lento appare

come un dio impietoso
pronto ad afferrare
tutti insegue,
chiunque abilmente
lo sfugge
dura quanto il lampo
del temporale.

Sicchè il più lesto
è proprio lui, il vecchio
perchè il tempo ancor
afferrato non l'ha.!

 

3
1 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Sergio Fravolini il 22/11/2016 07:11
    La vecchiaia è un vecchio debito che ciascuno di noi deve pagare.
  • frivolous b. il 26/09/2016 16:49
    straordinaria! Tu sei mitica cara!
  • vincent corbo il 22/09/2016 06:17
    Il tempo dei giovani e quello dei meno giovani: due entità diverse che rincorrono pensieri e azioni.
  • Rocco Michele LETTINI il 21/09/2016 10:06
    HO SCORSO LA CONTEMPORANEITA' DEL TEMA TRATTATO... DILIGENTEMENTE... ET FEDELE OSSERVAZIONE.
    SERENA GIORNATA LORY.
    *****

1 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 23/09/2016 08:42
    Versi molto efficaci nel contenuto e di squisita eleganza.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0