PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Rosa d'inverno

Che segno del destino fosse
ancora non so;
fu l'unica rosa conosciuta
rubata ad un bacio che ammutolì il creato.
indecisi sul da farsi la piantammo in giardino
tra la strelizia e la camelia,
col suo velo da sposa in fioritura di aghi ghiacciati.
ancora oggi s'inebria, di buone abitudini,
accarezzata dalla ruvida mano di ogni rigido inverno.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0