PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Presentazione

lo vidi arrivare in tuta da ginnastica
il primo giorno del quinto superiore.
la tuta era acetata e all'ultima moda,
gialla con degli effetti cromatici
che davano sul verde fosforescente.

portava un orecchino in legno nell'orecchio
sinistro e aveva capelli laccati
che formavano una cresta curiosa.

si sedette nel banco davanti al mio
e girandosi con occhi spiritati
mi porse la mano dicendo
"piacere sono Salvo".

la giornata scolastica andò via liscia
senza che io e Salvo scambiassimo più
alcuna parola, poi, alla fine delle lezioni
una decina di noi compagni di classe
decidemmo di andare a prendere un caffè
nel bar vicino alla scuola.

Salvo, naturalmente, si accodò.

al bar il ragazzo con la tuta prese la parola
con voglia famelica e, mostrando una certa
padronanza nell'eloquio, cominciò a raccontare
alcune storie con l'enfasi di un vecchio guru indiano.

una parlava di una vacanza a Napoli
fatta quell'estate dove lui con due suoi amici
alloggiarono in un ostello nella periferia del
capoluogo campano.

il posto era fatiscente e sporco, fitusu
come lo epitetò lui, e nella camera di fronte
alla loro stavano un gruppo di dieci ragazzi,
stranieri, probabilmente provenienti dall'Est,
che gridavano e cantavano nel mezzo della notte.

noi ci siamo mollati, disse lui, non ni scantammu,
abbiamo bussato alla porta e siamo entrati.

poi, sempre secondo la sua versione,
finirono tutti e tredici nello stretto corridoio del motel.

erano grossi e cattivi, ma nui semu
cristiani chi paddi, nui non ni scantamu i nuddu.
quindi ci furono botte, sedie rotte a metà,
urla strazianti e colme di follia.

naturalmente a uscire vincitori furono i tre siciliani.
Salvo menava di brutto con le mani, era un tipo
in gamba lui, un ragazzo sveglio, cosa vi credete?

ricordo che poi prese una canna di fumo
e la accese lì, al tavolino del bar.

questa fu la sua presentazione:
Salvo G. , il nuovo compagno di classe.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0