PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Acqua fredda

Plin-
plin-
goccia a goccia
cade acqua fredda
nella doccia
che ghiaccia
l'aritmia
aritmetica
delle arterie
congestionate
e il cuore si riempie di smog
mentre i meccanismi fisiologici cigolano.
Il ghiaccio si scioglie
all'interno dei polmoni già umidi
l'occhio esprime stupore e terrore
la mano è bianca e esangue
quando la prima goccia
poi l'altra, l'altra
e un'altra ancora
scende lungo la schiena,
una doccia fredda,
adesso, fra le ciglia e il mascara,
acqua fredda, gelata,
da torrente di montagna
adesso che sei sorpreso
con la pelle nuda e bagnata
da seta siderale
il cuore non ti batte più.

 

2
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • silvia leuzzi il 18/10/2016 19:03
    Esagerata Fri è bellissima davvero la posto pure su facebook, lascia di stucco a bocca aperta, bravo, bravissimo.
  • vincent corbo il 18/10/2016 13:03
    Psicho?...è così disturbante questa tua nuova...

2 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 20/10/2016 14:15
    Questa doccia fredda ha forse, per un istante, gelato il cuore.
    Bella.
  • frivolous b. il 19/10/2016 09:36
    Esagerata tu!!! Grazie zietta!... Vincy sai che non ci avevo pensato? Del resto è una poesia nata per caso e che vorrebbe parlare di un'inquietudine nata dopo aver subito una "doccia fredda", non certo di sfumature horror!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0