accedi   |   crea nuovo account

Gocce di pioggia

Cammino lentamente e senza meta,
i miei passi incerti, la strada deserta.
I miei pensieri immersi nelle tue parole,
le ultime... amare e prive di senso.

I miei sogni frantumati in un attimo.
Gocce gelide di pioggia
si mescolano alle mie lacrime.
L'amarezza di non rivederti mi sconvolge.

Davanti a me l’oscurità, il futuro senza di te
senza le tue carezze, senza le tue parole d’amore.
Sola in questo mondo, all’improvviso arido,
sconcertata, cieca, addolorata e senza traguardi.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Anonimo il 28/08/2009 17:06
    meriti cinque stelle... brava.
  • manuela giorda il 06/06/2008 13:48
    Quanto si soffre per un abbandono! Pioggia e lacrime un buon accoppiamento, che per certi versi aiuta a scaricare la tensione, il dolore, la tristezza, ma si deve pensare che dopo la pioggia torna il sereno e allora, asciuga le tue lacrime... Malinconica e incantevole. Brava Maria!
  • Maria Gioia Benacquista il 14/11/2007 08:39
    Grazie Sara, un abbraccio anche a te.
    Ciao.
  • sara rota il 14/11/2007 08:19
    Le giornate in cui la tristezza sembra vincere sulla gioia sono molte... soprattutto nelle giornate in cui anche iltempo atmosferico sembra non venirci incontro. Ecco però poi ricomparire il sereno... un abbraccio.
  • Maria Gioia Benacquista il 05/11/2007 14:44
    Pietro, grazie del tuo commento. Molto sorpresa della traduzione che hai fatto del titolo della poesia. Come se sapessi che è scritta anche in spagnolo. Ti lascio la versione in spagnolo...

    Gotas de lluvia

    Camino lentamente y sin meta,
    mis pasos inciertos, la calle desierta.
    Mis pensamientos inmersos en tus palabras,
    las últimas…amargas y sin sentido.

    Mis sueños desmoronados en un instante.
    Gotas gélidas de lluvia
    se mezclan a mis lágrimas.
    La amargura de no volverte a ver me aflige...


    Delante de mí la oscuridad, el futuro sin ti
    sin tus caricias, sin tus palabras de amor.
    Y sola en este mundo, de repente árido,
    desconcertada, ciega, adolorida y sin rumbo.
  • Anonimo il 05/11/2007 14:18
    bellissima questa 'Gotas de lluvia'...
    che sorpresa averti trovato...
  • Maria Gioia Benacquista il 31/10/2007 16:59
    Grazie Michelangelo, in questa poesia mi sono immedesimata nella protagonista. È il mio modo di sentire, sono i miei pensieri, le mie lacrime...
    Tutti noi abbiamo sperimentato lo sconcerto e il dolore di fronte a situazioni tristi e di abbandono.
    Un saluto.
  • Michelangelo Cervellera il 31/10/2007 16:31
    Certo è la tua immaginazione, però è quello che senti e forse anche quello che in qualche modo hai vissuto. Cmq la trovo proprio bella. Michelangelo
  • Maria Gioia Benacquista il 31/10/2007 16:12
    Grazie EKIPS.
    Ciao.
  • EKIPS _ il 31/10/2007 12:55
    Coinvolgente! È una orrenda sensazione quella di ritrovarsi orfani del proprio Amore. E la pioggia di certo non aiuta, ma è necessaria perchè in seguito possa tornare a splendere il sole.
    Fortunatamente non è il tuo caso, ma hai reso l'idea con un linguaggio semplice ed efficace. Complimenti!
    Un saluto.
  • Maria Gioia Benacquista il 29/10/2007 21:27
    Grazie del commento Cinzia. Questa poesia non ha niente di personale. Ho lasciato volare la mia immaginazione. L'avevo cominciata in uno dei laboratori di scrittura del sito, in un secondo tempo ho deciso di completarla. Ed eccola qui...
    Ciao.
  • Cinzia Gargiulo il 29/10/2007 19:04
    Maria sai ti capisco... come hai desritto bene quello che si prova! Questa poesia mi sa che esprime uno stato d'animo simile a quello del "dialogo con l'anima"... prima o poi ci saranno nuovi sogni accanto ad un altro uomo...
    Ciao cara.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0