PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pensieri di un mattino qualunque

di dignità, provo a vestirmi
nel sonno
soprattutto toccando il silenzio del sonno, io provo
mi sveglio delusa
aspettavo che la notte mi cambiasse vestito, anche ieri
piange e geme, quella falsa chimera
compiacenza vanità e fame, e incertezza
solo loro e sempre loro
ci sarà un'altra aurora -io spero
ci sarà un altra rosa e un 'altra spina
un altro rumore di mare e di treni
ci sarà nuovamente il pensiero di ieri
non sarà più di ieri
mascherato di normalità
sembra uguale
quel gran sole di brama- che scende e accarezza
la tua mente sopita nel vespro
la tua mente che parla al suo sonno
e gli chiede natali d'oriente
con il macabro dubbio che si tratti di blef
cellulosa di tempi passati
cellulosa di sale e risate

 

2
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 22/06/2017 09:42
    Pensieri e desideri, delusioni e speranze che vanno e vengono con le onde della vita.
  • Rocco Michele LETTINI il 22/06/2017 08:32
    Un sentito quanto magistrale verseggio forgiato oculatamente.
    Lieta giornata.

1 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 22/06/2017 09:24
    Poesia molto bella, pieno del desiderio di non ricevere più illusioni, ma sogni che si realizzino.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0