PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Le anatre di Ilsen

Le foglie verdi del limone alla finestra del Maestrini.

Il primo peccato capitale,
assorbire senza reazione,
essere un re senza azione,
regina senza cognome.

Aloni.
Cercare verità nei segni.

Distante,
Animatrix, voci di una matrice d'anime
che non può essere rappresentata mai.

Uomini d'acqua che scorre solo su se stessa,
lacrime e gioie di un soggetto solipsistico che si fa chiamare mondo,
eterni sparirsi diventando altro e riapparire ai boschi del nord.

Volti di uno specchio che non fa sconti mai.

Le vie del mai.

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • frivolous b. il 12/07/2017 10:03
    affascinante, conturbante... ottimi i giochi di parole!

1 commenti:

  • silvia leuzzi il 19/07/2017 19:42
    le vie del mai
    forte questa tua come dice il mio amico Frivolous è conturbante e piena di giochi di parole.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0