username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Puro

Come la verità, che la tua parola mi ha rivelato;
Come l’acqua, attraverso la quale in te son rinato;
Come l’amore, tua essenza che la vita mi ha donato…

Disceso in questo inferno la via mi indicasti;
Disceso per volontà di demoni flagellato moristi;
Disceso fino all’ultima mano che ti trafisse amasti…

Martire, da sputi e insulti della gente ti feci umiliare;
Martire, da corona di spine incoronare;
Martire, la pelle ti feci strappare…

Per insegnarci l’umiltà le membra ti feci lacerare;
Per insegnarci il perdono in croce ti feci fissare;
Per insegnarci la verità dall’aldilà sei dovuto tornare…



Signore con te nel cuore voglio spirare;
Signore la mia vita a te voglio immolare;
Signore aiutami, il mio nemico voglio amare…

…queste mie lacrime son per te Signore
mi nascono dal profondo del cuore…

Signore della tua passione voglio bruciare;
Signore ti amo e sol di te mi voglio fidare;
Signore ti prego non mi abbandonare…

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 04/10/2016 15:44
    Il continuo inutile ripetere delle parole ad ogni inizio verso l'appesantisce e basta.

162 commenti:

  • Riccardo Rossi il 12/09/2011 22:50
    Parole cariche di fede, parole intrise d'amore
  • alessandra palmas il 05/07/2011 21:00
    veramente toccante Riccardo! Complimentissimi! Una poesia molto profonda e vera! Solo Dio ti puo' donare la vera serenita' assieme a noi stessi e alle cose belle e vere!!! 1 Bravo!!!!!!!
  • Eleonora De Massimi il 23/04/2011 16:34
    Le tue parole esprimono in maniera profonda e veramente ammirevole ciò che Gesù è stato, ed è. Ciò che l'ha spinto nel suo cammino, che è anche il nostro. Tutto ciò che lui voleva e vuole per noi, tu l'hai compreso e reso poesia. Veramente bella.
  • grazia savonelli il 20/02/2011 18:23
    la fede e' uno stato d'animo che va coltivato a volte si perde o va in crisi di fronte alle
    difficoltà e dispiaceri -questa poesia sottolinea l'importanza di credere...
  • Anonimo il 10/08/2010 18:08
    Una preghiera meravigliosa vera intensa viva così profonda che scendono le lacrime nel sussurrarla. Grazie
  • tania rybak il 14/05/2010 17:58
    ti capisco Riccardo e prego la stessa cosa... Dio abbi pietà di noi
  • Susanna Contadin il 02/02/2010 14:54
    Ho trovato in questa splendida e intensa preghiera tutto il mistero e la bellezza della vera fede. Bravissimo!
  • Rosarita De Martino il 19/07/2009 18:55
    Bellissima preghiera. Complimenti|
  • giulia silvestri il 24/06/2009 14:32
    ho cominciato a piangere e credo che un giorno quando i miei bimbi di catechismo saranno più grandi per capire l'amore di Dio, gliela farò leggere. grazie
  • Riccardo Brumana il 08/04/2009 23:44
    Fabio, credo che quando dici "la prima strofa" in realtà ti riferisci alla seconda.
    da questo presupposto, ti rispondo che la sua è stata la scelta di non opporsi alla volontà dei demoni e non il renderli tali.
    che sia stato un "disegno" atto ad indicarci la via l'ho fatto intravedere nella quarta strofa, quel "per insegnarci" dovrebbe portare al conseguente ragionamento che è stata sua la mano a scrivere gli eventi, ma un po' come quando si accende una candela per contrastare il buio... non è che si è contenti di veder la propria candela consumarsi... ma è un sacrificio indispensabile per diradare l'oscurità.
    questo per dire che non credo che abbia creato i demoni, ma semplicemente gli ha affrontati con la forza dell'amore e del perdono... con il risultato che è finito in croce... ma per sedere alla destra del Padre...
    e come lui, ci insegna, anche a noi spetta quella ricompensa... ma è un calice amaro... serve una grande forza interiore...
    e la vita è così breve per compiere una tale maturità spirituale...
    non ci resta che fare del nostro meglio...
    grazie.
  • Fabio Mancini il 08/04/2009 00:04
    La prima strofa la trovo molto dura e teologicamente fuorviante. Il mondo nel quale viviamo, anche se somiglia all'Inferno, non è l'Inferno. I Demoni non sono i responsabili della flagellazione di Gesù, ma la morte del Redentore faceva parte del piano salvifico del Padre per l'umanita. La seconda parte la trovo più bella e poetica, quasi una preghiera. Fabio.
  • Riccardo Brumana il 29/11/2008 18:37
    Ivana, hai trovato le più belle...
    con affetto.
    Riccardo.
  • Riccardo Brumana il 29/09/2008 21:33
    Sonia, credo che un individuo non arriverà mai ad i livelli che vorrebbe, quindi sia meglio puntare ad assomigliare al più grande, anche se vuol dire essere il più piccolo... è una strada difficile, certo che in compagnia si cammina meglio e la fatica si sente meno. anche per questo ti ringrazio d'essermi accanto.
    un bacio anche a te amica mia.
  • Sonia Di Mattei il 29/09/2008 17:41
    non sono praticante, ma ammiro chi, come te non ha paura di esporsi scrivendo una preghiera, tra l'altro molto bella. Una preghiera, un'invocazione, il bisogno di migliorarsi, ispirandosi a chi ha dato la vita per la salvezza dell'uomo, ma anche la consapevolezza del difficile cammino intrapreso. mi riferisco in particolare alla frase "Signore, aiutami, il mio nemico voglio amare". Conoscendo un pochino il tuo carattere poco incline alla tolleranza, quando la misura ha raggiunto il colmo, devo ammettere che hai scelto veramente una strada in salita. ma c'è anche un fidarsi, la certezza che Lui non ti abbandonerà, che nonn sarai solo.
    ti auguro di cuore di trovare le tue risposte, Un :bacio:
  • Riccardo Brumana il 12/09/2008 22:47
    Claudia, sei molto gentile, ti ringrazio.
  • claudia checchi il 12/09/2008 16:53
    molto bella questa tua preghiera, bravo..
  • Riccardo Brumana il 06/09/2008 17:21
    Maurizio, il tuo commento mi dona felicità, ti ringrazio.
  • Maurizio Patrocinio il 11/04/2008 17:34
    Ciao Riccardo, bellissima è dir poco, un invocazione per Nostro Signore
    che non passa inosservata.
  • Riccardo Brumana il 10/02/2008 22:20
    Anna, grazie, ma il merito non è del pittore, è del paesaggio.
    un abbraccio.
  • Riccardo Brumana il 08/02/2008 19:17
    Sabry, ormai è "luogo comune" che i giovani "eheh però ti ricordo che sei alla soglia dei trenta vecchietta mia " siano lontani dalla fede ma io credo che sia una diceria messa in circolazione da chi non crede o non ha la volontà di farlo, per sentirsi meglio, fermo restando come succede in questi casi che un bestemmiatore si fa notar di più di mille credenti e che quindi alla fine si noti solo lui. insomma, guarda me, te, e tantissimi altri, la fede è viva, e siamo anche noi a renderla tale!!! mi spiace per il tuo amico, me ne ricorderò la prossima volta che prego. un caro saluto.
  • Riccardo Brumana il 03/02/2008 02:34
    Cinzia, vai tranquilla, lo sai che ogni tuo intervento è sempre gradito, anche perchè mai banale! massimo rispetto per il tuo dolore, un bacio anche a te.
  • Cinzia Gargiulo il 02/02/2008 21:35
    Ogni volta che leggo questa tua preghiera Ric mi commuovo... so bene che accade perchè io ho fede in Cristo e non può fare lo stesso effetto al non credente...
    Vorrei raccontare ad Alda ciò che è accaduto a me. Ho consciuto sulla mia pelle dolori grandissimi ho visto morire mia sorella a soli 26 anni dopo atroci sofferenze, io ero una diciottenne e non accettando quella morte avevo perso la fede, o forse così credevo...
    20 anni più tardi ho visto morire mia madre sempre dopo tanta sofferenza ma avevo ritrovato Dio e ho accetato con serenità la morte di mia madre... nei 20 anni intercorsi ho fatto un lungo cammino interiore che mi ha portato ad accettare la morte come un evento inevitabile della vita ma questo non significa che io non abbia sofferto dinanzi a mia madre morente nè significa che io non soffra più, anzi... più passa il tempo e più mi mancano sia mia madre che mia sorella... mi sono solo liberata della rabbia che avevo dentro e che riversavo nei confronti della vita che ritenevo ingiusta e di Dio, che consideravo responsabile del mio dolore... ma credo che se oggi sono serena e piena di amore lo devo a Lui che non mi ha abbandonata neanche quando io gli ho voltato le spalle.
    Questa è la fede Alda e non si può spiegare, ci nasce dentro senza che ce ne accorgiamo... Pregare non è un modo di cercare consolazione al dolore ma un affidarsi a Qualcuno in cui si crede totalmente. Si può star meglio pregando se lo fai con convinzione, ma questo è un processo che deve maturare in ognuno di noi e forse tu non ci sei ancora arrivata... ma chissà le vie del Signore sono infinite e anche se tu non credi in Lui, Lui crede in te...
    Alda mi sono permessa di intervenire perchè mi ha colpito la tua frase: "Le leggo tutte per cercare di capire"...
    Forse la testimonianza di chi, come te, non accettava la morte e la sofferenza di terribili malattie soprattutto nei giovani, potrà aprirti la strada verso una comprensione difficile da raggiungere...
    Ti aguro tanta pace e serenità...

    Ric scusa per il lungo intervento... Mi sono sentita emotivamente coinvolta...
    Un bacio...
  • Riccardo Brumana il 02/02/2008 21:13
    Ada, non te ne voglio, ci mancherebbe, ma la tua ricerca non può che farmi stimare la persona che sei.
    sai, circa quindici anni fa ero in vacanza a Marsiglia, dove ho dei parenti, là c'era Giovanni, fratello di mio nonno, aveva un pacemaker già da anni e in quel periodo stava ormai per morire, poichè gli avevano trovato un tumore allo stomaco "anche se non gli era stato detto" morì poco dopo il suo novantunesimo compleanno.
    ricordo che in una discussione con mio padre disse "so che sto per morire ma va bene così, sono pronto, nella vita non mi è mancato niente..." e poi fece un lungo silenzio, non parlava molto, forse per l'età ma quando parlava aveva sempre uno sguardo sereno; egli era un uomo molto religioso ed è da lì che traeva la sua forza. vorrei parlarti ancora di lui, ma non vorrei annoiarti. ti dico questo semplicemente per dirti una delle mie esperienze legate al passaggio con l'aldilà. un caro saluto.
  • Alda Visconti Tosco il 02/02/2008 20:02
    ciao Riccardo,
    il problema è che le leggo tutte, per cercare di capire o capirmi... ho visto morire giovani allievi, parenti, anziani, ho visto mia madre che si chiedeva sul letto di dolore che e chi fosse...
    A volte mi chiedo se sia solo un modo di sfuggire dal dolore, e se io mi buttassi compulsivamente nella preghiera forse starei meglio.
    Non era una critica, cerco sempre di costruire qualche cosa dentro di me con scambi anche burrascosi... ma sinceramente fatico veramente a capire...
    non volermene...
  • Riccardo Brumana il 02/02/2008 15:37
    Lambro, io per te ne ho... scusa se è poco.
  • Riccardo Brumana il 02/02/2008 15:33
    Alterego, sono d'accordo "come ho scritto anche sotto" il tener in considerazione l'autore non è per modificare il proprio giudizio in base ai sentimenti che abbiamo per esso, ma per capire la giusta interpretazione da dare al brano. un saluto.
  • Riccardo Brumana il 02/02/2008 15:28
    Alda, personalmente ho conosciuto persone anziane e di Fede che quando sentivano arrivare la propria ora con serenità dicevano d'esser pronte. ma posso capire che ti possano sembrare frasi false poichè non credi in Lui.
    ma ne hai incontrate molte in punto di morte???
    ora scusa ma devo andare dai gestori a chiedegli... un caffè
    ciao
  • Alda Visconti Tosco il 02/02/2008 15:10
    non riesco a commentare poesie che parlano di Dio o "Credi", fatico a comprendere questo sentimento espresso e non sono neppure in grado di dire se apprezzo le poesie religiose in genere... piuttosto mi irritano, pur rispettando tantissimo il credo di ognuno e le proprie convinzioni...
    solo una domanda:

    in punto di morte, fino ad ora non ho mai incontrato nessuno che mi dicesse:
    Signore mi immolo per te e vengo a trovarti... scusatemi la crudezza... ma sono stanca dei falsi pietismi... ed ora chieedete ai gestori di eliminarmi!!!
  • Riccardo Brumana il 02/02/2008 14:36
    per la maggioranza delle poesie trovo giusto esprimere il proprio parere semplicemente in base allo scritto senza badare all'autore, ma ci sono poesie personali che si possono "sentire" comprendere solamente se si conosce la storia dell'autore.
    in conclusione penso che per una poesia, se la si vuol capire nel suo profondo, è giusto e indispensabile tener presente chi è l'autore, altrimenti si rischia di esprimere un parere superficiale, non tanto per i sentimenti che noi abbiamo nei suoi confronti, ma per capire la giusta interpretazione.

    una frase ad esempio : Il lavoro rende liberi.
    è una frase che non dice molto di per se,
    ma se so che la pronuncia un pover uomo che deve trovare la maniera di mantenere i suoi figli e la moglie allora mi fa provare emozioni d'amore e compassione.
    se la stessa frase la sentissi pronunciare da Itler me ne darebbe altre!!!
  • Riccardo Brumana il 02/02/2008 13:02
    Lambro, è uno stile perticolare il mio, hai ragione, in questa come in "L'arcangelo risolutore" tutto si evolve e scorre come in un fiume dalle sponte levigate "l'inizio dei versi come le chiusure sono ripetuti o rimati" qusto è un fiume dolce e tranquillo... l'altra è più simile a delle rapide con cascata finale.
    questione di gusti e di scelte artistiche, poi come in tutte le arti "la musica ad esempio" ognuno ha il suo genere preferito.
    grazie per il passaggio amico mio, alla prossima.
  • Riccardo Brumana il 01/02/2008 23:23
    Annalisa, ti sembro tale? la mia è una preghiera... questo è il mio credo, e anche in base a quello mi porgo d'innanzi alle situazioni della vita. grazie per il passaggio.
  • Riccardo Brumana il 04/01/2008 12:03
    Agnese, purtroppo è vero, in questi tempi pervasi da cose futili ci si sente più a proprio agio a parlare di sesso che di Spirito... ma io non mi sento di questo tempo. grazie per le tue parole.
  • agnese perrone il 04/01/2008 11:40
    la tua poesia mi ha toccato le corde del cuore facendole vibrare, ammiro il tuo coraggio nell'affrontare un tema considerato "superato" al giorno d'oggi, e lo fai con un entusiasmo e una purezza davvero sorprendenti.
    Molto bravo davvero
  • Riccardo Brumana il 22/12/2007 18:51
    Ida, mi fa piacere che tu l'abbia "sentita". grazie.
  • Ida Maria Bertini il 22/12/2007 18:44
    Non sono credente, ma la poesia è sincera e sentita. Bravo!
  • Ida Maria Bertini il 22/12/2007 18:43
    Non sono credente, ma la poesia è sincera e sentita.
    Bravo.
  • Riccardo Brumana il 19/12/2007 22:50
    Adelaide, grazie per la tua attenzione ai miei scritti... mi fa sempre piacere leggerti.
  • Riccardo Brumana il 12/12/2007 21:58
    Ada, vedi, per me essere credente è come essere innamorato... non ci sono segni a testimoniarlo, ma se mi guardo dentro io so che lo sono, lo sento. anche se puro non sono...
    grazie per i tuoi commenti sempre graditi.
  • Ada FIRINO il 12/12/2007 02:10
    Canto d'amore, di fede, di passione! Passione viva in un credo assoluto. Invocazione profonda di un cuore veramente "puro".
    Bravo!
    Ada
  • Riccardo Brumana il 05/12/2007 23:15
    Ricky, io sono strumento; Lui ci ha segnato tutti. la tua sincerità mi dice che sei uomo d'onore. grazie per la gradita visita.
  • Riccardo Brumana il 02/12/2007 15:23
    Ignis, è talmente intima che non volevo pubblicarla, ma alla fine...
    grazie del passaggio.
  • Aedo il 02/12/2007 09:26
    Una poesia, che è un'intima e particolare preghiera. Bravo, Riccardo!
    Ignazio
  • Riccardo Brumana il 01/12/2007 12:18
    Alda, è faticoso per tutti, non è sempre facile, ma quando vedi un dramma come quelli che descrivi, e vedi con quanta forza le madri affrontano quelle disgrazie... con la forza della fede.
    immagina la stessa situazione, come l'avrebbero affrontata senza di essa?
    non è un discorso direttamente legato a questa piesia, ma rientra tra gli effetti del Suo insegnamento. la morte per quanto orrenda non è "la fine" e quindi non va sentita come tale. capisco che per chi non ha fede non è un concetto facile da comprendere appieno.
    ...è una strada in salita per tutti...
    grazie del commento, a rileggerci.
  • Alda Visconti Tosco il 01/12/2007 02:24
    è molto bella... ma io fatico a comprendere questa entità... fatico a comprendere i bimbi che soffrono... e le madri che dicono è una prova... fatico sempre... non volermene...
  • Riccardo Brumana il 26/11/2007 22:00
    Bernardo, se ti avvicinassi ancor di più a Lui sentiresti un cataclisma! grazie del passaggio.
  • bernardo gentile il 26/11/2007 21:10
    Io ateo ricevo manifestazione di curiosità dalla forza vibrante della poesia,
    bernardo
  • Riccardo Brumana il 25/11/2007 13:37
    Salvatore, la commozione e prerogativa di chi vive abbracciando la vita senza difese e con tanto amore, come lui ci ha insegnato. grato del passaggio.
  • Riccardo Brumana il 24/11/2007 12:19
    mary, apri il tuo cuore all'amore sarà Lui ad saziare la tua anima...
  • Riccardo Brumana il 21/11/2007 23:19
    Alessandro la fede è uno dei pochi doni che non ci è stato concesso... sta a noi conquistarcelo. grazie del passaggio.
  • Alessandro Castellarin il 21/11/2007 23:14
    Elogi alla tua fede.
  • Riccardo Brumana il 21/11/2007 12:06
    Anna, è da quella forza che proviene anche la mia! avr fede riempie il cuore di coraggio.
  • Anna Cervone il 21/11/2007 10:04
    Suggestiva preghiera, ricca di immagini crude e dure;mi piace perchè da essa trapela la forza dell'assoluto.
  • Riccardo Brumana il 20/11/2007 12:52
    Daniela, felice della tua visita, torna quando vuoi grazie!!!!!
  • Daniela Treccani il 20/11/2007 03:33
    Veramente piena di sentimento e di fede cosa rarissima in questa società che a nulla crede.
  • Riccardo Brumana il 17/11/2007 18:06
    Lisa, non è la prima "religiosa" che scrivo, ma sì, è la prima preghiera. grazie per il complimento. a rileggerci.
  • Riccardo Brumana il 17/11/2007 18:03
    Vittorio, difficile capirmi, io stesso mi rispetto e sono a me fedele, ma non sempre a me uguale. ma zero problemi! vado benissimo così.
    Vito chì? non mi dice niente.
    felice che ti sia piaciuta. ciao poeta!!!
  • Riccardo Brumana il 15/11/2007 13:19
    Augusto, astuto il tuo ringraziamento a Lui per aver ricevuto il dono dell'intelletto non ho ancora provato a musicarla... ti farò sapere.
    con stima Riccardo.
  • augusto villa il 15/11/2007 00:21
    Una bella preghiera, un bel cantico!.. Hai provato a musicarla?.. Grazie a Dio, avendo l'intelletto, penso si possa fare...
    ... e adesso... sotto con quella chitarra!!!
    Ciao Riccardo!
  • Riccardo Brumana il 14/11/2007 22:04
    Romilda le tue parole sono un dolce soffio nel mio essere... thanks
  • Riccardo Brumana il 13/11/2007 21:33
    Simona, grazie per il tuo commento-riflessione. graditissimo!
  • simona bertocchi il 13/11/2007 21:30
    Riccardo, è intensa, profonda, pulsante, pura. Unisce l'uomo all'universo. L'essere umano è tutto e niente, protagonisya e spattatore. La forza di Dio rompe le dighe.
    Simona
  • Riccardo Brumana il 13/11/2007 19:13
    Bruno, la bellezza è negli occhi di chi guarda. grazie.
  • Riccardo Brumana il 13/11/2007 19:12
    Egon che dire... non posso certo mettermi a ragionare di cose serie con chi orgoglioso e fiero dichiara di mettersi in prima fila per scoreggiare!!! ciao.
  • Egon il 12/11/2007 23:06
    io la trovo molto banale, un'agrapparsi ad un immagine di dio ancora troppo umana
  • Egon il 12/11/2007 23:03
    io la trovo molto banale, un'agrapparsi ad un immagine di dio ancora troppo umana
  • Riccardo Brumana il 11/11/2007 18:02
    Patrizia, grazie, lo sai che tengo molto al tuo parere...
  • patrizia sgura il 11/11/2007 10:07
    che bella questa preghiera... davvero complimenti caro riccardo...
  • Riccardo Brumana il 10/11/2007 02:41
    Francesco, grazie per i complimenti. a rileggerci.
  • Riccardo Brumana il 06/11/2007 20:37
    Lestat, mi piace la tua idea, ci lavorerò su. grazie a te fratello.
  • Lestat V il 06/11/2007 18:53
    la immagino con un sottofondo di chitarra arpeggiata di semi accordi
    grazie per l' emozione
    Lestat
  • Riccardo Brumana il 05/11/2007 19:26
    Enza "se esiste" ne riparliamo tra un'ottantina d'anni, facciamo novanta ("Gianni l'ottimismo è il profumo della vita" perdona la battuta nel frattempo prenoto un posto anche per te grazie del commento rispettoso e sincero.
  • Anonimo il 05/11/2007 14:40
    Se esiste come tu credi... non ti abbandonerà... perchè sei un bravo ragazzo. Mi piace il tuo modo di esprimere quello che senti dentro... bravo!!!
  • Riccardo Brumana il 05/11/2007 13:09
    Paola, credo che dire "non riesco ad avvicinarmi a Lui quanto vorrei" dica chiaramente che anche tu vivi nel Suo amore... amando Lui.
    poi come ogni cosa che amiamo "coniuge, figli ecc..." non ci bastano mai, anche se li stiamo stringendo tra la braccia. con affetto Riccardo.
  • Paola Reda il 05/11/2007 07:42
    Hai veramente vuotato l'anima e messo la tua vita in mano a Dio, attraverso parole dettate da amore e rispetto profondi. Poesie come questa mi fanno star male perchè non riesco ad avvicinarmi a Lui quanto vorrei, a sentirLo così intimamente vicino. Bravo Riccardo, una splendida preghiera, una sincera dichiarazione d'amore e di umiltà.
  • Riccardo Brumana il 04/11/2007 16:56
    gabry, grazie del tuo pensiero, il tuo è un metodo giusto che dovrebero avere tutti.
  • Riccardo Brumana il 04/11/2007 16:49
    Anna se dovessero finire sarò onorato di cederti la mia.
  • Gabriella Salvatore il 04/11/2007 14:39
    preferisco gli impressionisti agli espressionisti, preferisco i film di Scorsese a quelli di Cameron, preferisco i libri di Maurensing a quelli di Follet, ma non posso dire che quelli che mi piacciono meno non sia arte. Quando guardo un film o leggo un libro, il mio giudizio puù essere positivo indipendentemente dall'argomento trattato (che posso non condividere), perchè si basa sulla capacità espressiva che l'artista ha saputo trasmettere. In conclusione, ritengo che la poesia di Riccardo sia un'opera ben fatta, ben scritta e strutturata, comunque sia il pensiero di ognuno
  • Anna G. Mormina il 04/11/2007 14:18
    Riccaro, mi raccomando, una sedia vicino a te, anche per me... lo sai che ci tengo...
    :*
  • Riccardo Brumana il 04/11/2007 02:15
    che dire... capisco lo sfogo di Cinzia a difesa del suo "e mio" Credo, quando una cosa che ti sta a cuore viene presa in giro non è facile sorridere... ma non è proprio questo l'Insegnamento? amare anche se sei in diritto di arrabbiarti, poichè è con l'amore che si crea amore. è in questo modo che l'agire della Verità svelata dal Salvatore ci unisce e non divide, proprio come dice Laura...
    ognuno può e deve essere libero di esporre la propria idea come ha fatto Etra in modo sincero e rispettoso, solo con lo scambio di idee dovute a diverse esperienze possiamo continuare il percorso che ci porterà alla risoluzione.
    ... e speriamo che vi siano abbastanza sedie per tutti
  • laura cuppone il 04/11/2007 01:57
    ... trovo che Dio unisca sempre, mai divida..
    a volte si parte da strade e si fanno percorsi differenti, per arrivare poi alla stessa identica conclusione..
    nessuna offesa nell'espressione dell'idea, o come direbbe rina dell'Idea..

    a volte mi infastidisce e mi fa arrabbiare moltissimo chi bestemmia..
    è come se mi dessero una coltellata..
    la mancanza di rispetto non sta nell'espressione di un'idea contraria.. ma nel rinnegare, a priori, con bestemmie o atti crudeli e intenzionali..
    la dialettica può essere un'arma..
    per colpire e difendersi..
    ma il Dio che c'è in noi comprende ed è misericordioso.
    ognuno Lo Sente a modo suo..
    l'importante è sentirLo!!!

    notte!!
    L
  • Cinzia Gargiulo il 04/11/2007 01:46
    Tutti abbiamo le nostre esperienze ma il rispetto per gli altri è fondamentale e forse Rina presa da tante parole non si è resa conto di questo. Ma ciò nulla toglie al suo essere una ragazza deliziosa. Buonanotte a tutti.
  • Riccardo Brumana il 04/11/2007 01:39
    Cinzia, la vita del cristiano è fatta anche di "bocconi amari" ma come forse saprai anche tu, Rina è una ragazza deliziosa, se parla così dev'essere per qualche esperienza personale... grazie comunque per l'interessamento sai che il tuo parere è importante per me ok ok, prenoto un tavolo per quattro, paghiamo alla romana ovviamente
  • Cinzia Gargiulo il 04/11/2007 01:21
    Non volevo intervenire ma a questo punto non ne posso fare a meno... che al mondo non la pensiamo tutti allo stesso modo è più che giusto, ma è anche giusto rispettare la diversità di idee degli uomini. Vedi Rina se tu avessi semplicemente detto che non condividi il pensiero religioso di Riccardo è un conto, ma la tua frase sul prendere in giro il Paradiso non è che suona male all'orecchio di Riccardo ma risulta poco rispettosa verso i cristiani per i quali il Paradiso è molto importante. D'altra parte Riccardo con questa poesia-preghiera ha voluto esprimere la sua fede che per altro è condivisa da milioni di persone nel mondo. Io sono una di quelle e, scusa, ma il tuo commento lo trovo furi luogo.
  • Riccardo Brumana il 04/11/2007 01:11
    ops, in tre, c'è anche Musa
    'notte anche a te tesoro
  • Riccardo Brumana il 04/11/2007 01:00
    Rina, la mia poesia non pretende certo di insegnare niente a nessuno, per me è la Verità e per me è esperienza. può non esserlo per te, ma io non voglio certo criticare il tuo vivere la spiritualità o dirti che la tua idea sia sbagliata.
    sai, anche io sorrido pensando che forse un giorno lontano ci incontreremo e penseremo a stasera come ad un sogno che abbiamo fatto in due ne riparliamo tra un'ottantina d'anni che ne dici
  • Riccardo Brumana il 04/11/2007 00:30
    non mi sembra proprio proprio bello "prendere in giro il paradiso" comunque ti sei spiegata grazie ancora, ciao.
  • Riccardo Brumana il 04/11/2007 00:03
    Rina, dalla descrizione che hai dato nel tuo profilo,
    "cosa dicono della sua anima in paradiso Signore ecc ecc" avrei pensato che fossi più "spirituale" evidentemente mi sbagliavo... non importa, ovviamente ti ringrazio per il tuo parere espresso con sincerità e rispetto.
  • Ugo Mastrogiovanni il 03/11/2007 17:44
    Accettazione della rivelazione, consenso alla purificazione, esplosione dell’amore mistico come bene universale. I versi di Torretto sanno meditare con il dono dell’umiltà sulla Sua offerta per l’unione eterna all’uomo che non Lo comprende, anzi Lo condanna. Con grazia, senza timidezza, forza di spirito, sincerità e saggezza, con questa lirica l’autore sembra accollarsi tutte le colpe del mondo, le enumera con parole dimesse e rilucenti tanto quanto il tema che propone, sviluppa e approfondisce il suo rapporto con l’Eterno, ne fa quasi un’opera di misericordia e di contrizione. Prega, invoca, supplica, celebra quasi una liturgia della sua sofferenza e ci conduce tutti alla certezza del perdono e della riconciliazione finale. Complimenti.
  • Riccardo Brumana il 03/11/2007 14:27
    grazie Mare, sempre gradite le tue visite.
  • laura cuppone il 02/11/2007 22:39
    ciao Riccardo..
    la Luce..
    è consapevolezza.. identificazione.. preghiera..
    ciò che senti.. ciò che vivi, ciò che ami..
    questa è la Luce..
    grazie. a te.. del sentire comune..
    e grazie a Dio non siamo pochi a quanto leggo..
    ciao.. L
  • Gabriella Salvatore il 02/11/2007 20:06
    Riccardo, la saggezza non è un punto d'arrivo, ma un modo di viaggiare, se si corre troppo, si perde il panorama, un bacio, ciao
  • Riccardo Brumana il 02/11/2007 19:14
    Vincenzo... è solo quello che sento e provo... grazie.
  • Riccardo Brumana il 02/11/2007 19:11
    gabry, forse dovresti esserlo proprio perchè li ho.
  • Riccardo Brumana il 02/11/2007 19:07
    Maria, capire ciò che non si condivide non è da tutti... è da buoni ed evidentemente tu lo sei; ma già lo sapevo grazie.
  • Riccardo Brumana il 02/11/2007 19:03
    Laura, "pregare è piangere e sorridere con Lui" ma ti rendi conto della luce delle tue parole?? grazie di cuore...
  • Gabriella Salvatore il 02/11/2007 15:33
    Sperobene Riccardo tu abbia i tuoi lati oscuri, sarei preoccupata se così non fosse ed anche spaventata
  • Maria Lupo il 02/11/2007 01:07
    Mi colpisce questa profonda religiosità mistica in un tipo vivace e a volte alternativo come te. La capisco anche se non la condivido.
  • laura cuppone il 01/11/2007 23:51
    ora.. oggi.. riesco a commentarla..
    dico "riesco" perchè non è facile, anche se lo sembra, commentare un'incontro con Dio che ha caratterizzato l'esperienza vera e intensa di una persona.. Riccardo in questo caso..

    fatta la tediosa premessa..

    La poesia esprime tre stadi fondamentali della religoisità, della fede, a mio avviso..

    La Consapevolezza, L'Identificazione, La Preghiera vera e propria..

    Sapere inevitabilmente "chi" si è, cioè essere consapevoli della propria esistanza..
    In LUI..

    Identificarsi, nei pensieri, nelle azioni, giorno per giorno..
    In LUI

    Pregare..
    Pregare davvero perche la sua luce illumini il proprio cammino..
    sentendo dentro la spina che fa sanguinare.. soffrendo per sè e per ciò che ci circonda..

    pregare... che vuol dire davvero?
    piangere.. e sorridere con Lui.
    Sentire che si è solo se si È in LUI.
    Questa è la preghiera.
    ViverLo davvero.

    la poesia racchiude semplicemente e dolcemente un'interiorità profonda e la consapevolezza della parte umana e debole..
    la fede è anche sofferenza..
    l'amore è anche sofferenza..

    Ma il Tutto, nell'insieme, sapere di poter amare.. di poter sentire.. non è altro che vera, unica, pura Gioia.

    bravo Riccardo.
    grazie ancora.
    ciao L
  • Riccardo Brumana il 01/11/2007 20:15
    credo tu abbia ragione Cinzia. quello che intendevo è che non m'aspetto "aiuti" da lui... gli chiedo solo di accogliermi anche se non sono "e so che non lo sarò mai" degno del suo amore e non perchè mi ritenga una persona cattiva, ma perchè io Suo essere puro è semplicemente inarrivabile...
  • Cinzia Gargiulo il 01/11/2007 19:48
    Il Signore non ignora le preghiere di nessuno, siamo noi che a volte pensiamo questo...
  • Riccardo Brumana il 01/11/2007 19:28
    Gabriella, grazie ma anche io ho i miei lati oscuri che non riesco ad illuminare... ci provo ma non è facile...
    il Signore ignorerà la mia preghiera? spero di no... ma a prescindere l'amerò! grazie...
  • Gabriella Salvatore il 01/11/2007 19:12
    Riccardo, mi riempiedi tenerezza quando dici che un po' ti vergognavi, la paura di non essere capito o frainteso locapisco, ma so anche che ci vuole coraggio ad andare controcorrente oggi, in un mondodove si preferisce stare col più forte o comunque dove fa più comodo, senza mai esporsi. Tusei uno da prima linea Riccardo, non indietreggi mai dove occorre. Hai ragione quando dici che l'insegnamento di Cristo molto spesso viene strumentalizzato e lofa anche la chiesa stessa che troppe volte offende il sacrificio della croce con la sua chiusura e atteggiamenti in varie situazioni che non sto qui a discutere. Tu Riccardo, ripeto sei mosso da fede e amore autentici, non sei imprigionato da dogmi o bigotteria, sei il cristiano vero, attento ai problemi, agli altri, non sei solo parole, non sei il perpetuarsi di un rito che nonsignifica nulla se non viene tradotto nel nostro vissuto, nelle azioni che compiamo tutti i giorni e il Signore non ignorerà la tua preghiera, tu che trai forza da Lui. Sei un'anima pura Riccardo
  • Riccardo Brumana il 01/11/2007 16:03
    Sara, sapere che la mia preghiera ti possa aiutare...
    dammi la mano, ti sono vicino... sempre!
  • Riccardo Brumana il 01/11/2007 15:54
    Anna, non servono parole, sento la tua voce unirsi alla nostra... ed è tutto! grazie.
  • sara rota il 01/11/2007 14:51
    L'amore di Dio non si discute... protegge ed offre pensieri per tutti... ha dato la sua vita per noi tutti, ma non sempre noi lo apprezziamo... certo la tua opera è come una preghiera... una preghiera che offre e regala emozioni e verità... gioie e dolori. Gioie alle quali aggrapparsi nei momenti più tristi... speranze. bravo riccardo. 10
  • Anna G. Mormina il 01/11/2007 14:05
    riccardo, davvero, bellissima,... come posso commentare... tutto è già scritto in questa poesia...
    :*
  • Riccardo Brumana il 01/11/2007 11:28
    Flavia, non puoi capire la gioia che mi donano le tue parole... grazie.
  • Riccardo Brumana il 01/11/2007 11:24
    Lisa... il Cristo di cui parli è l'unico e vero. purtroppo il suo insegnamento viene a volte strumentalizzato per altri fini... ma non siamo stolti, quindi riusciamo a distinguere il vero dal falso. grazie per il vostro affetto che scalda il cuore.
  • Riccardo Brumana il 01/11/2007 11:13
    Antonietta, lo so... lo sento. grazie.
  • Anonimo il 01/11/2007 09:26
    Preghiera straordinaria, ricca d'amore ardente, ma soprattutto di quella commovente umiltà che proprio Lui, facendosi uomo per salvare tutti noi, ci ha insegnato.. Sei riuscito a racchiudere in pochi versi quella che, secondo me, è la vera essenza del messaggio cristiano: "Amarsi l'un l'altro come Lui ha amato noi"e soprattutto vivere nel Suo esempio non con la presunzione di imitarLo ma con la consapevolezza di poter contribuire, nel nostro piccolo, a coltivare la speranza di un mondo migliore..
    Secondo me il seme e il succo della religione non è serbato nelle grandi parole dei Teologi ma nella semplicità dei nostri cuori e, tu Riccardo, con parole altrettanto semplici, con la purezza di un bambino, hai fatto germogliare il Tuo seme in foglie di sublime poesia...
  • Antonietta Di Costanzo il 01/11/2007 06:35
    bellissima sarà smpre con tè ogni volta che lo invocherai... il Signore non lascia mai da soli i suoi figli.
  • laura cuppone il 01/11/2007 00:02
    .. ti voglio bene anch'io..
    L
  • laura cuppone il 01/11/2007 00:01
    ... il mio pianto è di gioia e di dolore..
    il mio pianto è quello della consapevolezza.. della grandezza.. della dipendenza da Lui e per la tua capacità di esternarle..

    ma che vergogna e vergogna!!
    scherzi, forse?
    AMARE non è che un grande meraviglioso orgoglio..
    immenso e vero!!
    Laura
  • Riccardo Brumana il 01/11/2007 00:01
    ...
    che ti protegga e che vegli su di te... sempre... te lo meriti e Lui sicuramente lo sa già da molto tempo... ti voglio bene.
  • laura cuppone il 31/10/2007 23:52
    ... per ora voto..
    .. per ora piango e ti ringrazio...
    la commenterò Riccardo..
    quando riuscirò a non sentirla così forte come ora la sento.. quando sarò più serena...

    sono colma, per ora.. e troppo vulnerabile..
    grazie..
    mi limito a pregare... che forse è l'unica cosa giusta da fare...
    grazie di cuore..
    ciao.
    . Laura
  • Riccardo Brumana il 31/10/2007 23:42
    Gabriella, sai, prima di inviarla ho riflettuto un attimo...
    è che per me "come per molti" la religione, Dio, non è importante ma di più... è il mio riferimento in un mondo di sorprese e ostacoli... e anche gioie
    il pensiero che non fosse capita o schernita mi dava preoccupazione... ma poi mi son detto... il Maestro ha dato se stesso e io mi preoccupo di una poesia... e ho provato un po' di vergogna "non dirlo a nessuno però " ed eccomi qui... con la mia poesia pronto ad accettare ogni critica, anche se fin ora è solo gioia per il mio cuore. grazie per avermi dato fiducia con il tuo pensiero.
  • Riccardo Brumana il 31/10/2007 23:23
    Mario la fede per me è come il sole... riscalda e da vita! grazie.
  • Riccardo Brumana il 31/10/2007 23:21
    Angelica, credo che sarebbe cosa gradita a tutti i fedeli che così si sentirebbereo ancor più parte partecipante alla funzione. grazie.
  • Gabriella Salvatore il 31/10/2007 23:19
    sublime Riccardo, dico davvero è una delle più belle preghiere mai sentite, perchè viene da un cuore sincero e i versi sono scritti con amore, un amore autentico e sentito. Bravo Riccardo, l'esortazione di papa Giovanni PaoloII "non abbiate paura"è già dentro di te, mi hai commosso, sinceramente e ha ragione Angelica quando dice che dovebbero inserirla tra le nuove preghiere. Adesso che l'hai scritta, vorrei avere io la forza di recitarla. ciao
  • Mario Secondo il 31/10/2007 23:13
    Bella Riccardo traspare una fede notevole.
  • Anonimo il 31/10/2007 23:08
    Questa poesia in rima dedicata all'amore supremo è molto bella.
    Una preghiera moderna che potrebbe essere inserita tra le nuove preghiere.
    Sarebbe bello ogni tanto sentire a messa preghiere di questo genere, dovrebbero essere sempre diverse e individuali, non sarebbe male, una messa con una parte dedicata alle nuove suppliche, piuttosto che solo le solite stereotipie.
    Ciao Riccardo
    Angelica
  • Riccardo Brumana il 31/10/2007 22:38
    Cinzia, l'abbraccio è ricambiato. grazie per l'affetto.
  • Riccardo Brumana il 31/10/2007 22:36
    Musa, sei sempre tanto dolce con me... grazie.
  • Cinzia Gargiulo il 31/10/2007 21:06
    Mio caro Riccardo questa è deliziosa!!... Mi hai fatto commuovere... Un abbraccio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0