username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

"Vita a metà"

Destriero d’ acciaio
conduce il contuso corpo;
mente trotta nel mistico vivaio.


Inculcando filantropia e amore
conforti la pietà,
nella pace trilli dolore.


Pioggia, sole o vento
ritraggono misurati sogni,
la vita sopita da ineluttabile lamento.


Tu sei forte,
temerario,
avvilisci universali porte.


Figlio di Dio,
venerando del tuo puledro ponderose orme,
subodoro che sono io
ad essere incompleto.

 

2
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Stella La Rosa il 19/11/2007 12:11
    Immagini e parole belle e forti.
  • Alessandro Castellarin il 16/11/2007 17:29
    Dedicata ad un amico che "trotta" in sedia a rotelle: Flavio
  • sara rota il 16/11/2007 17:25
    Bella... infonde coraggio e forza a chi nella vita affronta difficoltà più o meno grandi.
  • Anonimo il 07/11/2007 13:09
    ... lo dicevo io che eri bravo!
  • Gabriella Salvatore il 07/11/2007 13:07
    bellissime le immagini usate.. tu sei forte, temerario, avvilisci universali porte... splendido, complimenti di cuore
  • Alessandro Castellarin il 02/11/2007 08:30
    Onorato del suo commento la ringrazio, stimatissimo.
  • Riccardo Brumana il 01/11/2007 18:42
    molto belle le metafore... bravo mi piace il tuo stile!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0