accedi   |   crea nuovo account

un fiore alla ricerca di un vaso

La pioggia se n'era andata
ed io ancora seguivo la tua ombra
e la tua essenza appena sfiorata
in quell'angolo di mondo
che il sole non conosce.
Ti venivo a cercare
per capire come fare
a non chiedermi il perché
del mio incerto camminare...
per restare in piedi e non pensare
a quello che ora è e poi non sarà più,
per vedere più lontano
e adagiarmi in riva al mare
con te stretta in una mano.
È la mia ostentata convinzione
di essere un punto posto nel caso,
la mia terribile illusione
di essere un fiore alla ricerca di un vaso.
Non so ancora se per merito o fortuna
mi sono sempre sentito leggero come un uccello
e non come una piuma,
Con le ali in volo verso la mia libertà,
quella di essere quello che mi va...
È in questo mio vagare che finalmente t'ho trovata,
sospesa nel vuoto,
frammento dell'eternità.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0