PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

fra lo scheletro ed il santo

In quell’istante fra lo scheletro ed il santo,
tu, Praga, hai fermato l’orologio,
ed il vento un po’ pesante del metro,
greve di odori di periferia,
mi ha portato aromi di leggende.

Forse in un istante come questo
Horymir balzò sul suo cavallo,
per tre volte galoppò lungo le mura,
poi, dalla roccia, saltò nella Moldava,
e, sghignazzando, ne riemerse illeso.

Forse, in un istante come questo,
sciogli la cinta delle tue vesti di regina,
togli la scarpa di cuoio fine,
sull’erba fresca appoggi il piede nudo,
io e te torniam ragazze insieme

Forse solo in un istante come questo,
senza vita, senza morte, senza tempo,
forse solo in un istante come questo,
per sempre eterno, per sempre troppo breve,
io e te, Praga, possiamo parlar d’amore

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • IGNAZIO AMICO il 21/12/2008 00:08
    Cosa dire ancora? Meglio chiudere gli occhi ed assaporare questi versi di non comune bellezza.
  • Anonimo il 25/02/2008 17:09
    Incredibile, la poesia riesce ad andare oltre le nuove scritte luminose, i night e i casinò, e a far rivivere un po' della vecchia Praga...
  • Ezio Grieco il 24/02/2008 17:40
    Bella, bella. Si coglie appieno il legame con la propria terra.
    clezio
  • VALERIA SALLUSTIO il 17/02/2008 12:24
    È proprio vero, l'amore si coglie solo nei fugaci istanti senza tempo! Bellissimo il tuo rapporto con questa città! I tuoi versi risuonano proprio come quelle leggende senza tempo! Grazie
  • Riccardo Brumana il 15/12/2007 12:11
    è bellissima, traspare tutto il tuo amore per quella terra! emozionante!
  • Maria Lupo il 14/12/2007 01:01
    È bella ma di difficile interpretazione per me... anche se sono stata a Praga, credo di averla vissuta molto diversamente e qui c'è come un'anima che non riesco ad afferrare
  • sara rota il 02/11/2007 22:15
    Poesia fiabesca... favolosa.
  • Diana Moretti il 02/11/2007 17:37
    Mi è piaciuta molto. Ha raccolto in modo personalissimo.. una città intera.. Brava. Dia
  • augusto villa il 02/11/2007 16:07
    Forse in un istante come questo... mi viene da pensare che tutto sommato il mondo non è male... finchè esistono persone sensibili come te...
    Ottima poesia e bellisiima dedica!!!
    Ciao, Augusto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0