PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

GIA’

M’inchino devota
Ai segmenti di sole
Filtranti chiaroscuri
Battenti alle porte di dentro..

Mi guardo il ventre, il petto
E mi chiedo
Se groviglio e ammasso contenga
Anche
La forza d’amare o cedere..

Disegno senza cornice,
Ne’ chiodo,
Senza appoggio alla parete,
Sospeso
Sfida
La salutare gravità,
Sfida
L’occhio ingannatore,
Il suono all’orecchio
Imbonitore!

Boato o rombo
Ritardano alla Luce
E tutto è già
Prima che sia udito!!!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • Antonio Pani il 18/03/2008 09:09
    Molto bella. Mi piace molto il "senso di sopensione" che caratterizza lo scritto. Grazie per attenzione e commenti, a rileggersi, ciao.
  • laura cuppone il 07/01/2008 17:17
    tutto accade.. nello scorrere del tempo... il disegno è la nostra essenza.. sospesa nello spazio tempo...
    grazie..
    Laura
  • augusto villa il 07/01/2008 16:44
    Molto bella... Bellissima la metafora del disegno... senza chiodo e senza cornice... Molto belli ed effiicaci anche gli ultimi quattro versi... Brava Laura, brava davvero!!! Ciao!
  • laura cuppone il 14/11/2007 23:33
    grazie Michele dei tuoi complimenti..
    ciao L
  • laura cuppone il 03/11/2007 23:42
    ops...
    "la sua eco"
    pardon!!!

    ciao L
  • laura cuppone il 03/11/2007 23:41
    a volte ci si accontenta umilmente..
    perchè così dev'essere.. ci si chiede come mai si ha tanta forza...
    e l'inspiegabile, l'irrazionale prende invece forma, senza regole, senza appigli..
    ma non si combatte con questo.. no, con l'imprevista perfezione o le sue eco..
    e quando ne senti il boato.. la luce ti ha già attraversato...



    non sono stata chiara, eh???
    beh, meglio così!!!

    ciao
  • Antonio Guizzaro il 03/11/2007 21:54
    Rileggo questa tua poesia per la terza volta. Ad intervalli di ore.
    Vi leggo una sensuale angoscia, un'attesa irrisolta.
    Insomma: l'ansia di una persona che ha paura.
    Sbaglio?
  • laura cuppone il 02/11/2007 22:54
    grazie Mario..
    Weber?
    beh.. cos'è la sezione di una realtà? cos'è la sua interezza?
    verità? realtà?

    alcune volte ci sono interrogativi.. solo quelli..
    e sono così affascinanti..
    come essere sospesi senza nessun appoggio..
    ma riuscire a restare così..
    anche solo per un attimo...

    come le attese più insperate.. come il guardarsi un attimo e dire "ma sono io???"
    come il sentire il rumore di qualcosa che è cìgià successo e tu ancora non te ne rendi conto talmente è bello!!!

    ciao L
  • laura cuppone il 02/11/2007 22:49
    Ciao Vittorio..
    inutile dirti che sei il mio interlocutore preferito, o per lo meno lo sei per certe mie opere...
    poichè stranamente alcune volte ti avvicini moltissimo all'interpretazione... reale... del mio sentire..

    senza parlare delle volte che mi comprendi appieno...
    e questo non mi piace...
    scherzo...
    ma non troppo!!!

    già!!!

    ciao L
  • laura cuppone il 02/11/2007 22:46
    Ciao alex..
    per certi versi siamo simili, o per lo meno nel modo di esprorre ciò che proviamo..
    ermetica, strana, impossibile da decifrare..
    e chissà quante altre cose..
    ... ma si.. se volessi, subito, tutti leggerebbero, tutti "mi leggerebbero" davvero..
    ma a volte è solo uno sfogo.. e basta..
    grazie..
    ciao L
  • laura cuppone il 02/11/2007 22:44
    Grazie Angelica..
    sentire.. intuire.. e far proprie le sensazioni..
    questo m'interessa..
    grazie.
    L
  • Mario Secondo il 02/11/2007 18:56
    Bei versi Laura complimenti. Max weber diceva che la realtà è priva di senso e che noi possiamo conoscere solo una piccola sezione finita. Beh mi sa che questa sezione si allarga!! a rileggerci
  • Anonimo il 02/11/2007 14:35
    Inutile, rimango sempre a bocca aoerta quando leggo le tue opere, la tua capacità di scrivere in maniera così ermetica incuriosisce il lettore.
    I versi sono musicali ricchi di suggestive metafore.
    Brava Laura:
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0