accedi   |   crea nuovo account

I cipressi del Camposanto

Svettano nel ciel,
oscillan lieve la chioma
al vento di tramontana,

si ode fruscio
come lieve lamento
in quel luogo silente

dove riposan nell'avello
il trapassato congiunto.

Sentinelle di quel luogo
rassicuran da lontano
il custodir nel tempo
corpo di ogni umano.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Rosarita De Martino il 02/09/2008 08:27
    I cipressi, simbolo di vita, fanno da sentinelle ai corpi in attesa di vederli risorgere a nuova vita. Bella poesia. Complimenti!
  • augusto villa il 14/12/2007 21:52
    Molto bella, Filippo... mi hai fatto venir voglia di andarci...(non fraintendete) a fare un giretto... Complimenti!
  • Gabriella Salvatore il 24/11/2007 16:05
    cipressi come sentinelle che proteggono, rassicurano, bella descrizine
  • Riccardo Brumana il 04/11/2007 22:30
    il poeta vede ciò che altri guardano e non colgono! complimenti filippo, è scritta con stile.
  • Anonimo il 04/11/2007 12:35
    Si ode fruscio come lieve lamento in quel luogo silente.
    Verso che descrive poeticamente il cimitero.
    Ciao Filippo
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0